Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Nuovi Apple MacBook: la raffinatezza supera sè stessa
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Domenica 02 Novembre 2008 15:47

macbook

L'alta qualità, il design e lo stile unico sono doti che Apple cerca costantemente di migliorare nei propri prodotti. L'incarnazione di questi vezzi estetici, unita ad un concentrato tecnologico all'ultimo grido, costituiscono la nuova serie di MacBook e MacBook Pro. Scopriamone insieme i dettagli...

Microsoft tende ad abbellire esteticamente i suoi sistemi operativi, Apple lo fa anche con i suoi prodotti hardware, stando attenta ad evitare le esagerazioni, che spesso comportano un certo "appesantimento" (prestazionale se parliamo di grafica software, visivo se invece intendiamo l'esagerazione negli ornamenti). 

macbook

I nuovi MacBook e MacBook Pro sono ad oggi tra i "computer" più all'avanguardia. Le straordinarie doti di questi prodotti sono concentrate in una scocca quanto mai rifinita ed estremamente compatta. Nel caso di Apple, l'estetica risalta pienamente la sostanza.

Chi ha un MacBook può certamente affermare che Apple è "molto avanti" nella corsa agli ultimi vezzi tecnologici. Ma i nuovi laptop Apple finiscono non solo per sbaragliare la concorrenza, ma anche per superare loro stessi. A partire dalle piccolezze nei miglioramenti estetici, che spesso si traducono in una migliore usabilità del prodotto.

macbook
macbook

A partire dalla scocca: Apple ha voluto creare un prodotto quasi monoblocco, realizzando un "guscio unibody", che sostituisce diversi pezzi comunemente assemblati insieme in un unico pezzo. Si tratta di un sottile, elegante e robusto monoblocco in alluminio, lavorato alla fresa. La lavorazione è simile a quella per molte delle componentistiche per gli Shuttle. Tale innovativa soluzione, abbattendo l'elevato numero di pezzi da assemblare, evita i diversi problemi dovuti all'assemblamento (tra cui i bordi dei diversi pezzi uniti che spesso non combaciano perfettamente tra loro).

macbookmacbook

I nuovi schermi LCD dei MacBook adoperano la tecnologia di retroilluminazione LED. Tale sistema consente di produrre schermi parecchio sottili, e raggiungono la loro massima brillantezza istantaneamente. Il display è tutto in vetro: oltre a fornire una struttura al display LED sottostante, lo protegge e dona un tocco di classe al prodotto. Ed ecco svanire le cornici esterne in metallo...

macbook

Anche il nuovo trackpad ha una superficie in vetro ultraliscia, e non ha più pulsanti: l'interazione col trackpad dipende dalla posizione delle nostre dita su di esso e dalla pressione esercitata, oltre che dal tipo di movimento effettuato con il polpastrello. Tutto ciò si chiama gestione Multi-Touch: sfiorare, pizzicare, ruotare e il nuovo sfioramento a quattro dita sono novità assolute in un touchpad.

macbook

E' stata ridisegnata anche la fossetta presente sul bordo esterno del MacBook, in prossimità del trackpad, per poter aprire lo schermo. La nuova forma consente un'apertura del display più naturale, ed evita di esercitare troppa pressione con le dita sull'area superiore del display. Resta però da capire se gli spigoli un po' poco tondeggianti infastidiranno i polsi...

In un impercettibile solco laterale è inoltre racchiuso un LED visibile solo quando il laptop è "a riposo" col display chiuso. Normalmente l'occhio umano non riesce ad individuare il LED quando questo è spento: sembrerà dunque che il LED comparirà magicamente all'accensione.

A livello hardware, è possibile scegliere tra un hard disk tradizionale da 320GB o 250GB, oppure ancora un prestante SSD da 128GB, con ovvio relativo aumento del prezzo finale. Le CPU adottate sono Intel Core 2 Duo con frequenza fino a 2,4GHz (nella versione Pro si arriva comunque a 2,53GHz e, opzionalmente, anche a 2.8GHz) e FSB a 1066 MHz che ben si integra con le nuove DDR3 da 1066MHz. Sarà inoltre integrato il supporto al nuovo protocollo per il Wireless IEEE 802.11 n

macbook

Essenzialmente MacBook e MacBook Pro differiscono per la diagonale del display (rispettivamente 13'' e 15.4'') e per il prezzo di partenza (1199€ e 1799€). Inoltre, la videocard NVidia GeForce 9400M del MacBook è, nel caso del MacBook Pro, affiancata dalla più potente 9600M GT: ciò significa che normalmente basterà utilizzare la prima per le operazioni più comuni (che garantisce fino a 5 ore di autonomia). Nel caso in cui stiamo videogiocando, sarà possibile attivare istantaneamente la VGA dedicata "maggiorata" (9600M GT), che comporta una diminuzione dell'autonomia a 4 ore. La memoria grafica ammonta a 256MB o 512MB, a seconda della configurazione hardware. Giocare ai videogame più recenti (come Spore) non sarà certo un problema.

Ricca la dotazione di porte, che garantiscono una connettività a 360 gradi. Ethernet, USB, Mini DisplayPort, uscita e ingresso audio, ingresso alimentazione,... tutte alloggiate lateralmente.

macbook
Sul lato troviamo anche l'indicatore del livello della batteria a spie luminose; precedentemente era posto sulla parte inferiore del MacBook, il che ne rendeva scomodo l'accesso. Ora è stato integrato lateralmente:
macbook
 

Entrambe le nuove serie di laptop Apple saranno equipaggiati della nuova uscita video Mini DisplayPort: una minuscola uscita che sostituisce la più ingombrante DVI e consente di creare una connessione digitale pura con i monitor esterni, gestendo anche risoluzioni elevate. Connessione VGA e DVI continueranno ad essere comunque pienamente supportate.

macbook

L'unità ottica è capace di gestire senza problemi CD, DVD e DVD DL (sia in lettura che in scrittura). L'ingresso per CD e DVD è sempre rappresentata da un'elegante fessura a filo scocca, il che elimina l'antiestetico impiego di carrellini scorrevoli verso l'esterno (vassoio CD/DVD).

macbook
Si vocifera di una diminuzione dei prezzi, ma allo stato attuale un MacBook a poco più di 1000 euro è comunque una golosa novità per Apple. L'abbattimento dei costi, tuttavia, contribuirebbe sicuramente alla diffusione dei prodotti sia desktop che mobile dell'azienda.
Commenti (1)add comment
0
Alberto Lo Bruno: ...
Complimenti a chi ha scritto l'articolo e alla Apple per i nuovi laptop; spero che venga sfornato quanto prima il nuovo sistema operativo. Non perchè quello attuale non sia buono, anzi... sono curioso di provare il sistema operativo successore di uno eccellente.
1

novembre 03, 2008

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

 
Copyright © 2009 InformaticaEasy. Tutti i diritti riservati.
E' vietata la riproduzione di qualunque contenuto del sito senza aver richiesto autorizzazione.
  Le recensioni e gli articoli sono scritti e di esclusiva proprietà di Paolo Vinella; se presenti su altri siti/forum, sono stati inseriti dallo stesso
 
Sito realizzato e gestito da Paolo Vinella.