chiudi

Non sei ancora registrato? Cosa aspetti, corri a farlo QUI !!

LOGIN / JOIN !
REVIEW
Registrati
Reviews
Forum

Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

CPU Intel Core i7 Sandy Bridge-E e "mobo" X79: ecco le nuove proposte

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Intel LGA2011 X79 Core i7

Core i7 giunge alla seconda generazione. Per Intel, questo brand nato con Nehalem continua a rappresentare nuovissimi performanti prodotti di fascia alta al debutto. Analizziamo di seguito le principali novità su Socket LGA 2011 e le prime nuove motherboard X79.

E' ormai tempo di Sandy-Bridge E, di nuove CPU Intel "Extreme". Ed è di nuovo tempo di polverizzare la concorrenza con processori più performanti ma, da quasi monopolista quale Intel è, anche più costosi. La guerra, inutile ribadirlo, ha diretto avversario AMD.

E' trascorso un anno dall'ultimo lancio più "poderoso" di nuovi prodotti. Dopo tale cadenza temporale Intel rinnova ancora la sua linea, arricchendo la fascia alta con nuovi microprocessori afferenti alla famiglia Sandy Bridge-E.

Tale refresh continua a riguardare sempre il brand Core i7, che continua ad essere suddiviso in due categorie: la "vecchia" famiglia Sandy Bridge che ormai conosciamo dagli inizi di quest'anno ed i nuovissimi Sandy Bridge-E per la fascia alta, con nome in codice Gulftown. Queste ultime soluzioni hanno smosso pesantemente il mercato delle schede madri, che è stato infarcito di nuovi prodotti altamente prestanti su chipset Intel X79 e Socket LGA 2011. Senza dimenticare il settore delle memorie RAM: l'introduzione della tecnologia Quad Channel ha reso necessario, per molti produttori di memoria, il lancio di nuove soluzioni compatibili.

Al momento soltanto tre i microprocessori Extreme Sandy Bridge. Il terzo modello sarà disponibile in realtà a partire dagli inizi del prossimo anno. Per ora, dovremo "accontentarci". Il modello top si chiama Core i7 3960X Extreme Edition, è un mostro di potenza basato su ben 6 core fisici (e 12 logici grazie alla tecnologia HyperThreading) funzionante a 3.3 GHz (ma promette i 3.9 GHz in modalità Turbo) - per la prima volta, inoltre, Intel sperimenta memoria cache L3 pari a 15 MB e un controller di memoria RAM DDR3-1600 integrato a ben quattro canali. Segue il modello 3930K, la sorella minore con "soli" 12MB di cache: le altre due grosse differenze risiedono nelle frequenze di clock (100 MHz in meno sia in modalità standard che Turbo) e nel prezzo (praticamente dimezzato rispetto ai quasi 1000$ del modello di punta). "Fanalino di coda", si fa per dire, il modello 3820 con frequenza di base che sale a 3.6 GHz (ma Turbo Mode sempre a 3.9GHz) con 4 core logici e meno cache (10MB). Controller e TDP identici (130W) ma lancio slittato ai primi mesi del 2012.

Intel Core i7 Sandy Bridge E LGA2011

Si tratta di CPU realizzate su un singolo die di silicio, il numero abominevole di core e il quantitativo stratosferico di memoria cache fanno intuire un numero di transistor nell'ordine di grandezza del miliardo: si parla di più di due miliardi come quantitativo totale. E non è tutto: la curiosità è che tra il groviglio di MOSFET tridimensionali sono individuabili altri due core disattivati.

Gli altri prodotti lanciati sono l’i7-3920K, CPU gemella della versione Extreme Edition differente solo per i 12 MB di cache e l’i7-3820, una variante con soli 4 core ma con frequenze più alte. Quest’ultimo è un lancio “sulla carta”: la disponibilità è slittata ai primi mesi del 2012. Tre modelli ma un unico “stampo”: più di due miliardi di transistors che oltre ai 6/4 core celano due core disattivati. Che, se attivati, potrebbero aprire a chissà quali nuovi scenari prestazionali...

Le grosse novità di Sandy Bridge sono grossomodo queste, e chiaramente il modello di punta i7-3960X le incarna tutte. La tecnologia Intel Turbo Boost raggiunge versione 2.0, mantenuto l'HT, nuovo socket LGA 2011 in abbinamento esclusivamente a motherboard Intel X79. 40 linee PCI Express, istruzioni SSE 3.1 e 4.2, controller di memoria che resta integrato ma subisce un ulteriore boost in virtù del supporto Quad Channel.

Intel Core i7 3960X

Sandy Bridge E continua la tradizione di Intel "tick tock": Sandy Bridge-E è una nuova microarchitettura ma mantiene i 32 nanometri di Westmere. Prossimo round futuro, stessa microarchitettura ma nuovo die shrink (a 22 nanometri).

Intel tick tock

Ancora una volta Intel è in prima linea, ed il (lungo) parto di Bulldozer di AMD non riesce a vincere. Nonostante gli incredibili numeri su carta di 8 core e 3,6 GHz (che raggiungono quota 4,2 in Turbo), il modello di punta FX-8150 è più lento del top di gamma Intel Sandy Bridge-E. La discrepanza è stata misurata in diversi benchmark (ad esempio realizzati da Tom's Hardware) e, in punti percentuali, è variabile tra il 25% ed il 50% circa a favore di Intel.

Questo ci permette di giustificare i prezzi che Intel si è sentita libera di imporre per la nuova generazione di microprocessori. Da Azienda leader incontrastrata, può permettersi di gestire i prezzi ufficiali dei nuovi prodotti, certa di poter puntare con vigore alla fascia alta del mercato senza compromessi. AMD è invece costretta a reindirizzare la rotta anche verso segmenti diversi (medio-basso) con conseguenti ritocchi sui prezzi (i 250$ dell'FX-8150 sono ben lontani dai 999$ dell'Intel 3960X).

 

Come abbiamo preannunciato, il mercato delle motherboard ha subito notevoli rinnovamenti grazie all'introduzione delle nuove CPU Intel LGA2011. Sono tanti i big del settore che hanno annunciato refresh dei propri prodotti, offrendo quasi unicamente soluzioni di fascia (e costo) altissimi in grado di incontrare appieno le specifiche fissate dalla nuova microarchitettura con controller a quattro canali e chipset Intel X79.

Tra i motherboard producer, si distingue ad esempio EVGA con il lancio di una nuova lineup che include diverse migliorie soprattutto alla circuitistica di alimentazione del processore: nuovi condensatori molto più prestanti, sezione di alimentazione a 12+2 fasi PWM, abbassamento dell'impedenza grazie all'incremento delle quantità di conduttori di qualità come l'oro. E, ovviamente, pieno supporto all'overclock. E ancora 10 porte USB 3.0, supporto all'SATA 3, 5 slot PCI Express 3.0 e molto altro. I modelli al lancio sono l'EVGA X79 Classified, l'EVGA X79 FTW e l'EVGA X79 SLI.

EVGA X79 motherboards

EVGA X79 motherboards specs

 

Anche ECS torna a farsi sentire. Elitegroup Conputer Systems ha infatti appena annunciato il modello ECS X79R-AX in due varianti: Black Extreme e Black Deluxe. In questo caso 4 slot PCI Express di terza generazione, supporto sia a SLI e CrossFireX. Da segnalare il supporto a frequenze per le DDR3 fino a 2500 MHz - più dell'87% rispetto ai classici 1333 MHz. Ovviamente parliamo di supporto ad overclock visto che non esistono al momento standard per questo valore così spinto di frequenza. Similmente ad EVGA, condensatori rinnovati (tutti allo stato solido), DriverMosfet, fino a 14 fasi di stadio di potenza, tecnologia QoolTech IV con attento controllo delle temperature di sistema.

ECS X79R-AX Deluxe

 

Merita sicuramente menzione anche Asus, con una rinnovata Rampage Extreme in versione numero 4. Qui il supporto alle DDR3 Quad Channel si "ferma" a 2400 MHz. Grande ruolo riveste la componentistica sia software che hardware dedicata all'overclock (Suite OC Zone, con ProbeIt, Onboard buttons, PCIx x16 switch, LN2 mode, Slow mode, Voltiminder LED II, Go Button). Tecnologia BIOS Flashback, supporto PCI Express 3.0 4-Way, audio 7.1, Extreme Engine Digi+ II. E ancora l'OSD Monitor per il controllo in tempo reale dei codici di POST, OSD TweakIt per un overclock in tempo reale, socket intercambiabile (LGA 1366 o LGA 2011) per non sostituire il precedente dissipatore, possibilità di smanettare a livello hardware aggiungendo regolatori di tensione personalizzati, superba sezione di alimentazione completamente ridisegnata.

Asus Rampage 4 Extreme

Commenti (0)add comment

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: