chiudi

Non sei ancora registrato? Cosa aspetti, corri a farlo QUI !!

LOGIN / JOIN !
REVIEW
Registrati
Reviews
Forum

Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

I prossimi Atom? 8 core, frequenze elevate, TDP bassissimi, Turbo Boost

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Intel_Atom_Avoton

Ambiziosi obiettivi per la prossima generazione Intel Atom: la sfida con cui Intel si sta misurando (finora egregiamente) è di realizzare un porting di tale architettura verso sistemi microserver a consumi ridotti ma frequenze di clock e prestazioni piuttosto elevate. Codename Avoton.

Intel Atom è un brand cha ha subito (e continua a subire) diversi cicli evolutivi. Dalle iniziali proposte single-core, confluite in qualcosa di più interessante grazie alla (re)introduzione della tecnologia HyperThreading, ed equipaggianti i primi netbook che hanno convinto il mercato, siamo ora giunti a soluzioni decisamente valide ed ottime, capaci di eliminare quel collo di bottiglia alle prestazioni forse causato più dalla CPU che dall'hard disk di un netbook.

Intel continua a portare avanti con grande rigore il progetto Atom, e da poco sono state rese disponibili nuove indiscrezioni da parte del popolare portale Xbit Labs riguardo la prossima generazione di SoC basati su microarchitettura Atom.

Alla base di tutto ci sarà un codename, Avoton, che è tutto un progetto: si baserà su architettura Silvermont a 22 nanometri ed integrerà ben otto core che condividono 4MB di memoria cache L2 (1MB per ogni coppia di core).

Intel_Atom_Avoton_roadmap

Sembra chiaro che questa nuova sottofamiglia di Atom troverà posto in micro server a basso consumo energetico, un tassello chiave nella piattaforma Edisonville di Intel, e tali CPU saranno altresì caratterizzate da una frequenza di clock tra gli 1,6GHz e 2,4GHz.

Interessanti feature non mancheranno, come il Turbo Boost (o una tecnologia simile ma dal nome differente) e la OOE (out-of-order execution), permettendo di fatti migliorie significative in termini di prestazioni rispetto agli attuali prodotti Centerton.

Ciò che più sorprende è il Turbo Boost, che potrebbe far schizzare dinamicamente le frequenze operative sino ad un massimo di 2,7GHz. Un risultato eccezionale se si considera che tali CPU sono progettate per sprigionare un TDP compreso solamente tra i 6 e gli 8,5 Watt. Nel suo complesso, il SoC Avoton funzionerà richiedendo tra i 6 ed i 20W. Non di più.

Se di SoC si parla, che SoC completo sia: altre migliorie rispetto all'attuale famiglia Centerton includono nuove feature direttamente on-die, tra cui gigabit ethernet, USB 2.0 ed SATA 3. Tutti elementi che al momento mancano alla piattaforma e richiedono dunque hardware aggiuntivo.

Anche sul fronte low-power per server di piccole dimensioni, Intel continua a non dar tregue ad AMD, la quale continua comunque a galleggiare grazie alle GPU Radeon e le offerte CPU / APU.

L'ecosistema Edisonville insieme al SoC Avoton dovrebbero arrivare sul mercato durante la seconda metà del 2013, secondo Techspot.com che è stato uno dei primi siti a diffondere questa notizia.

Intel_Atom_Avoton_microserver

Commenti (0)add comment

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: