Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Intel ha già venduto 1 milione di CPU Nehalem; ecco la roadmap fino al 2012
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Lunedì 20 Aprile 2009 09:14

Intel roadmap until 2012

Intel è orgogliosa di far sapere di aver già venduto un milione di processori, tra server e desktop, appartenenti alla famiglia Nehalem. Nel frattempo l'azienda ha grandi progetti per il futuro: analizziamoli di seguito, stilando una roadmap relativa alle future CPU Intel fino al 2012.

Il "motore di produzione" di Intel è sempre più ruggente e sforna un numero impressionante di microprocessori. Il recente lancio delle CPU per ambito server Xeon 5500, basate su architettura Nehalem, ha consentito ad Intel di vendere moltissime unità. E nel frattempo la stessa Intel sta accelerando la produzione di CPU Westmere, bruciando le tappe ad una velocità impressionante.

Spesso la (quasi) assenza di concorrenza agguerrita è sintomo di stasi e stagnazione. Per Intel a quanto pare non è così: l'azienda di Santa Clara al momento domina il mercato delle CPU eppure fa della ricerca una delle sue fasi principali per arrivare per prima a traguardi sempre nuovi e tecnologicamente più avanzati.

Gli Xeon 5500, in accoppiata al recente lancio della versione desktop di Nehalem, altrimenti nota come Core i7, ha permesso ad Intel di raggiungere questa settimana un risultato strabiliante: finora è stato raggiunto un milione di unità Nehalem vendute, parola di Paul Otellini, amministratore delegato Intel. Dei chip venduti, però, la maggior parte appartengono all'ambito server. Questo perchè Core i7 costa ancora parecchio e spesso si preferisce migrare a CPU a 65/45 nm precedenti a Nehalem conservando quindi scheda madre e memorie RAM, che andrebbero altrimenti inevitabilmente sostituite. E' un periodo alquanto roseo per Intel, in quanto attualmente AMD non può competere nè in ambito desktop (nè tantomeno in quello server) con Nehalem.

La nuova microarchitettura sarà il nucleo di Westmere, la prima famiglia di CPU Intel a 32 nanometri, che Intel ha oramai completamente progettato. I primi esemplari di Westmere (si parla di migliaia di unità) sono già stati distribuiti in anteprima a più di 30 OEM. I nuovi chip saranno venduti  "ufficialmente" forse a partire dall'ultimo quadrimestre di quest'anno. Intel ripone molte aspettative sulle CPU a 32 nanometri: <<they are very healthy and show great promise>>. Per quanto riguarda Larrabee, la prima CPU Intel a 32nm ad integrare una GPU a 45nm, l'azienda è ancora al lavoro: in realtà non si tratta solamente di un progetto su carta ma si può già parlare di die realizzati, tuttavia Intel sta lavorando su tali CPU per migliorare il silicio e il software, pianificando un'introduzione sul mercato a partire dai primi mesi del 2010.

La roadmap Intel è alquanto articolata; attualmente il seguente grafico mostra le ultime novità trapelate online relative alle prossime soluzioni Intel fino al 2012. Cerchiamo di analizzarle in breve.

Intel roadmap tick-tock 2012

 

Westmere: architettura Nehalem, 32 nanometri

Riassumendo la situazione, saranno diverse le soluzioni a 32 nanometri che Intel ha in serbo per i prossimi due anni: a partire da Westmere, che come già accennato sarà un die-shrink dell'attuale architettura Nehalem. Il nuovo "Nehalem a 32 nanometri" offrirà diverse soluzioni:

  • CPU dual core;
  • CPU dual core con GPU integrata;
  • CPU con die quad-core nativo;
  • CPU con die octo-core nativo;
  • probabilmente CPU con due die e 16 core in totale.

Intel nehalem westmere
 
 
Sandy Bridge: architettura nuova, 32 nanometri

A Westmere seguirà Sandy bridge, una nuova architettura che manterrà però i 32 nanometri (rispettando quindi la successione delle fasi "tick-tock" che prevede un'alternarsi di nuovo processo produttivo e riduzione del processo produttivo altrimenti noto come die-shrink). Sandy Bridge consisterà essenzialmente in:

  • CPU quad-core native;
  • CPU octo-core native.

Con Sandy Bridge Intel terminerà il ciclo delle CPU a 32 nanometri.

E le GPU?

Con il core Larrabee Intel spera di adottare il processo produttivo a 32nm anche per le GPU. Il progetto Larrabee è affrontato da Intel sotto diversi punti di vista; si parla anche di Clarkdale. Il tutto consiste nella fusione (il nome forse vi ricorderà la tecnologia AMD Fusion) di una CPU e di una CPU in un unico die, il tutto in un package da inserire nel classico socket per il microprocessore. Anche nel caso delle GPU Intel continuerà a seguire il processo tick-tock. Qualche giorno fa sono trapelate online delle immagini e degli screenshot relativi a Clarkdale, che farà capo sempre a Westmere ed includerà una GPU. L'esemplare attualmente noto lavora a 2,4GHz con una tensione di alimentazione pari a 1,05V e consiste in una CPU dual core, socket LGA 1156, 128KB di cache L1, 512MB di cache L2 e 4MB di cache L3.

Intel clarkdale

 

Le CPU a 22 nanometri

Niente CPU a 28 nanometri: Intel smentisce precedenti voci di corridoio ma assicura che è al lavoro sui 22 nanometri. Il primo progetto è Ivy Bridge, un die shrink di Sandy Bridge (si passa quindi dai 32 ai 22 nanometri senza cambio di architettura). Si parla di CPU quad-core ed octo-core, le prime delle quali dovrebbero rimpiazzare i modelly dual core entry-level della precedente generazione a 32 nanometri. Tutto ciò accadrà nel 2011, quando AMD dovrebbe nel frattempo lanciare le sue soluzioni a 32 nanometri. Nel 2012, invece, Intel introdurrà una seconda generazione di chip a 22 nanometri con una architettura completamente nuova: la prima soluzione dovrebbe essere Haswell, un chip nativo octo-core.

Intel chip
Immagini: Intel Corp.
Commenti (1)add comment
0
corsaro: ...
Me par ben.
'Rivemo a fine mese?
9-4-2012. Oggi.In Cina:
costo cibo + 7,5 %
Steme ben. Ciao.
1

aprile 09, 2012

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

 
Copyright © 2009 InformaticaEasy. Tutti i diritti riservati.
E' vietata la riproduzione di qualunque contenuto del sito senza aver richiesto autorizzazione.
  Le recensioni e gli articoli sono scritti e di esclusiva proprietà di Paolo Vinella; se presenti su altri siti/forum, sono stati inseriti dallo stesso
 
Sito realizzato e gestito da Paolo Vinella.