chiudi

Non sei ancora registrato? Cosa aspetti, corri a farlo QUI !!

LOGIN / JOIN !
REVIEW
Registrati
Reviews
Forum

Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

HRD, un nuovo concetto di hard disk più prestante degli SSD

Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 

DataSlide HRD

DataSlide, azienda inglese specializzata nello storage, ha annunciato una nuova tecnologia per hard disk potenzialmente rivoluzionaria che unisce i vantaggi di entrambe le tecnologie Hard Disk e Solid State Drive. Ottime performance, usura ridotta e consumi energetici irrisori.

Il dispositivo di nuova concezione si chiama Hard Rectangular Drive  (HRD, in breve) che non usa bracci meccanici per le operazioni di scrittura e lettura bensì una matrice di64 bracci bi-dimensionali molto sottili operanti in parallelo e disposti su una superficie di registrazione rettangolare oscillante guidata da un sistema piezoelettrico. 

DataSlide HRD

Senza scendere ulteriormente in complessi scetticismi, analizziando l'unità come blackbox si è già in grado di fornire risultati molto interessanti: la tecnologia adottata consente di garantire 160.000 operazioni random al secondo (IOPS) in accoppiata ad un transfer rate di 500MB/s. A titolo di confronto, lo Stec ZeusIOPS, un SSD usato in ambito workstation da famose aziende tra cui IBM, è in grado di fornire una bandwidth pari a 220MB/s e "soltanto" 45.000 IOPS.

Un pregio del nuovo drive HRD consiste nell'assenza di asimmetria tra lettura e scrittura, in quanto, a differenza degli SSD (afflitti da tale problematica), l'HRD usa come mezzo di registrazione un comune hard disk drive e non la memoria flash.

DataSlide HRD

Charles Barnes, CEO di DataSlide, ha affermato che l'architettura con 64 testine di scrittura per superficie può saturare il bus PCI Express a 32 linee. Tra gli altri vantaggi della tecnologia HRD, Barnes ha menzionato i bassi costi (simili a quegli degli hard disk) uniti a performance nettamente superiori e minor consumo energetico rispetto agli SSD.

Quest'ultimo aspetto è sicuramente molto gradito, soprattutto nel segmento notebook. HRD usa più del 60% in meno di energia rispetto agli hard disk tradizionali (richiede al massimo 4 Watt) e nello stato di idle, la potenza dissipata dal dispositivo è pari a ZERO.

DataSlide HRD

La nuova tecnologia assicura inoltre maggior resistenza agli shock e può essere parzialmente assimilata a quella adottata per gli SSD, ma con due enormi vantaggi:

  • assenza di asimmetria tra le velocità di scrittura e lettura;
  • durata nettamente superiore rispetto ai drive a stato solido.

Molto elevata è inoltre la velocità di accesso all'unità (assenti i tempi di seek e latenza molto bassa); HRD è silenzioso, supporta la mappatura per le Pagine della RAM e non richiede deframmentazione. Si basa su tecnologie e materiali già largamente adottati e sarà disponibile in diversi formati, tra cui SCSI, Rack da 19 pollici, NAS/Ethernet, SATA e, presto, anche PCIx.

DataSlide HRD
 
 
Concludo con due parole sull'azienda. DataSlide è un'azienda privata con sedi nel Regno Unito, Francia e Stati Uniti. E' affiliata con importanti università tra cui quella di Cambridge ed il suo team di gestione è composto da esperti del campo della memorizzazione di massa provenienti da aziende come Seagate, Quantum, Maxtor ed HP. FONTE
Commenti (4)add comment
171
monk: ...
wau interessantissimo, certo pero' considerando il costo gia' gli ssd non è che hanno una cosi' grande fetta di acquirenti che continuano a preferire magari due normali hd in raid, ora arivano gli hdr chissa' quanto costeranno, sembra una lotta tipo blu ray contro hd dvd smilies/grin.gif , chi vince si prendera' i mercato? mmm
1

giugno 23, 2009
0
scorpione: ...
se costano come gli hd normali ben vengano
2

giugno 23, 2009
171
monk: ...
gia' anche se la vedo dura un hd con tecnologia migliore dell'ssd costare quanto gli attuali hd a piatti smilies/grin.gif

Monk
3

giugno 23, 2009
0
Nicola: ...
Interessantissimo...Qualche dettaglio sui costi e compatibilità?
4

settembre 26, 2009

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: