chiudi

Non sei ancora registrato? Cosa aspetti, corri a farlo QUI !!

LOGIN / JOIN !
REVIEW
Registrati
Reviews
Forum

Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

I nuovi notebook ultrasottili Sony Vaio X usano SSD SanDisk

Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

SanDisk pSSD

La seconda generazione di dischi a stato solido pSSD di SanDisk, basati su memorie flash e adatti a Windows 7, è stata impiegata nei nuovi notebook Sony Vaio X ultra sottili. Tali "micro SSD" contribuiscono a rendere il notebook più leggero e a ridurre i consumi energetici.

SanDisk ha appena annunciato che Sony ha scelto i dischi allo stato solido SanDisk 64-gigabytepSSDTM Gen2 per il nuovo notebook ultra sottile VAIO X.

I Solid State Drives (SSD) non hanno parti mobili, questo permette una migliore durata e previene la perdita di dati causata da un guasto del drive. I computer con SSD sono più silenziosi, si surriscaldano meno e consumano meno energia rispetto a quelli con hard disk drive (HDD) tradizionali. Inoltre, grazie al loro formato ridotto, i drive pSSD di SanDisk sono ideali per i notebook ultrasottili.

I dischi allo stato solido pSSD di SanDisk hanno molte caratteristiche che contribuiscono al formato sottile e alla durata prolungata della batteria di questo notebook ultra leggero basato su  Windows 7. La compattezza dei  pSSD (pesano solo 7.1 grammi, con dimensioni di 54mm x 32mm x 4.4mm) e l’interfaccia LIF PATA si adattano molto bene al formato particolare richiesto da Sony. Inoltre, il consumo energetico del drive (all’incirca 0.15W) è decisamente più basso rispetto agli hard disk tradizionali.

I solid state drive modulari SanDisk pSSD, offrono 9,000 vRPM (parametro "virtuale") di prestazioni e i benefici della tecnologia nCache, una tecnologia di cache non volatile di scrittura, che aumenta di 3 volte la velocità di scrittura random rispetto ai dischi tradizionali ed è fino a 20 volte più veloce delle pSSD Gen1, per un’esperienza d’uso ancora migliore. La tecnologia nCache migliora la reattività durante l’uso e previene incidenti causati dallo “stalling” del drive.

“Il lancio del Sony VAIO X rappresenta una svolta del mercato verso la progettazione di notebook basati su memorie flash all’avanguardia, che consentono di eliminare le limitazioni legate a peso e dimensioni dovute agli hard disk tradizionali”, ha detto Doreet Oren, director e product marketing, solid state drive, di SanDisk. “I drive pSSD di SanDisk permettono di avere notebook più sottili e leggeri, e al contempo eliminano il rallentamento meccanico e i malfunzionamenti più comunemente attribuiti agli hard disk drive”.

“Il fatto che i principali produttori di PC abbiamo scelto i drive pSSD di SanDisk per i loro nuovissimi notebook dal design piccolo, sottile e leggero, è un attestato di fiducia non solo per le soluzioni SanDisk, ma anche per le potenzialità che degli SSD di cambiare il mercato dei PC in futuro”, ha detto Jim McGregor, analista di In-Stat, un istituto privato indipendente per le ricerche di mercato di Reed Business. I produttori di PC hanno capito i benefici in termini di prestazioni e consumo energetico degli SSD e stanno lavorando per rendere queste soluzioni disponibili agli utenti finali in tempi brevi e con prezzi contenuti”.

I drive pSSD Gen2 di SanDisk supportano Windows XP, Linux e Windows 7, il sistema operativo scelto per il notebook di Sony VAIO X. I pSSD Gen2 di SanDisk sono distribuiti con l’interfaccia PATA (Parallel Advanced Technology Attachment) e con l’interfaccia SATA (Serial Advanced Technology Attachment) e sono disponibili con capacità da 8GB a 64GB. Maggiori informazioni sui prodotti pSSD di SanDisk sono disponibili all’indirizzo internet: www.sandisk.com\pssd.

Pur tuttavia, nel comunicato SanDisk in questione non sono state menzionate le prestazioni delle unità SSD. Da una rapida analisi sul sito SanDisk è però possibile scovare le performance di tali unità: 70MB/s sia in scrittura che in lettura, 100 IOPS nella scrittura Random @4K e 550 IOPS nel burst Random @4K.

SanDisk pSSD in Sony Vaio X

Commenti (2)add comment
0
mattia: ...
Ma questi dischi montati si sony Z11 in raid 0 supportano il comando TRIM su Windows 7? Oppure Sony è stata così brava da integrarlo sul controller?
Certo che come specifiche I/O e IOPS dichiarate mi paiono vecchi di 4 anni rispetto a qualunque soluzione INTEL X25-M G2...Ti credo che ne devono montare 4 in striping.
1

marzo 18, 2010
62
admin: ...
Ahimè il RAID nonchè il TRIM non credo affatto saranno supportati. Indubbiamente si tratta di solid stade trive ultra-low-end...

Paolo - Admin
2

marzo 19, 2010

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: