Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Inizia la diffusione di HDD esterni SATA 3. Ecco NH03, la proposta di AData
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Venerdì 02 Luglio 2010 08:34

AData NH03 hdd esterno USB 3.0

Un nuovo HDD esterno da 3,5” arricchisce ulteriormente la famiglia di soluzioni basate su tecnologia SuperSpeed USB 3.0 di AData, ideale per chi necessita dei massimi livelli di performance e sicurezza per i propri dati. Capienza massima pari a 2TB, prezzo decisamente interessante.

Il nuovo standard USB 3.0 sta lentamente prendendo piede. Nonostante siano ancora poche le schede madri che lo supportano, sia Intel che Microsoft ne hanno assicurato un supporto pressochè totale (rispettivamente a livello hardware e software) nei mesi a venire.

A trarre vantaggio dal nuovo protocollo di comunicazione dati Universal Serial Bus in versione 3.0 soprattutto gli hard disk esterni nel trasferimento sequenziale, finora limitati dall'USB 2.0 ad una manciata di decine di MB/s. La situazione muta con il 3.0.

Uno dei primi produttori di memorie ed hard disk drive ad offrire una soluzione di memorizzazione di massa compatibile con la nuova interfaccia dati è AData che ha introdotto NH03, un nuovo hard drive esterno da 3,5” in grado di offrire transfer rate fino a 140 MB/s, massima affidabilità ed un look davvero accattivante.

Grazie all’abbinamento dell’interfaccia SuperSpeed USB 3.0 con il software built-in TurboHDD USB, il nuovo NH03 è in grado di assicurare prestazioni del 400% superiori rispetto a quelle dei tradizionali dischi USB 2.0 ed offrire benefici in termini di velocità e flessibilità sinora difficilmente ottenibili.

Oltre ad essere incredibilmente veloce, il nuovo hard drive NH03 garantisce la massima sicurezza per i propri dati grazie alla presenza di un software di data encryption AES a 256-bit, in grado proteggere al meglio i documenti da eventuali intrusioni ed accessi non autorizzati.

AData  NH03 hdd esterno USB 3.0

Il nuovo hard drive da 3,5” SuperSpeed USB 3.0 di ADATA è, inoltre, realizzato con un innovativo sistema di dissipazione del calore, costituito da una coppia ventole collocate sulla parte frontale e su quella posteriore dell’enclosure, in grado di garantire al dispositivo una temperatura di lavoro sempre ottimale. Un pratico pulsante one-touch, posto lateralmente, permette poi di effettuare le operazioni di backup e di sincronizzazione dei dati in maniera realmente semplice e veloce, giusto con un tocco.

L’originale design “a libro”, evidenziato dall’effetto nero lucido consente di posizionare il nuovo NH03 sia orizzontalmente che verticalmente, per adattarlo ad ogni spazio e postazione di lavoro, nonché assicurarne la massima stabilità.

Disponibile con una capacità fino a 2 TB e dotato di porta SuperSpeed USB 3.0 retro compatibile con le interfacce di precedente generazione, NH03 è una soluzione flessibile e perfetta per chi lavora e opera quotidianamente con il computer e necessita di un disco affidabile e soprattutto molto veloce.

Gli utenti delle soluzioni storage firmate ADATA, inoltre, possono scaricare i software HDDtoGO, OstoGO e Norton Internet Security 2010 direttamente dalla sezione Assistenza del sito ADATA.

Il nuovo hard drive NH03 da 3,5”, con garanzia di 3 anni inclusa, sarà disponibile in Italia dal mese di settembre con un prezzo indicativo al pubblico a partire da 110 euro IVA inclusa (modello da 1 TB).

Commenti (0)add comment

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

 
Copyright © 2009 InformaticaEasy. Tutti i diritti riservati.
E' vietata la riproduzione di qualunque contenuto del sito senza aver richiesto autorizzazione.
  Le recensioni e gli articoli sono scritti e di esclusiva proprietà di Paolo Vinella; se presenti su altri siti/forum, sono stati inseriti dallo stesso
 
Sito realizzato e gestito da Paolo Vinella.