Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Elpida sviluppa DDR3 2,5GHz low-voltage
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Venerdì 15 Agosto 2008 07:23

elpida_ddr3_chip

Il 12 agosto scorso, Elpida ha annunciato mediante comunicato stampa ufficiale lo sviluppo dei primi chip 1-gigabit DDR3 SDRAM funzionanti a 2.5Gbps, ovvero 2500MHz, e operanti a basso voltaggio di alimentazione.

Il nuovo dispositivo di memoria ha un design ottimizzato basato su un processo di interconnessione in rame e una nuova tecnologia per la circuitistica che non solo permette velocità maggiori, ma permette al chip di lavorare a voltaggi davvero infimi: 1.2V, rispettando comunque le specifiche DDR3. E' bene comunque precisare che tali chip lavorano in un range di alimentazione variabile tra gli 1.2V e gli 1.5V, a seconda della bandwidth desiderata (2.5Gbps a 1.5V, 1.8 Gbps a 1.2V

Secondo Elpidia, i nuovi chip sonoveloci il 25% in più rispetto ai prodotti con interconnessioni in alluminio, e consumano circa il 22% in meno.

I nuovi chip SDRAM di Elpida troveranno applicazioni in ambito server e PC high-end.

La data di rilascio di sample è programmata per la fine di agosto. Inoltre, Elpida sta lavorando ad un nuovo process shrink per sviluppare nuove memorie che lavorano a velocità ancora maggiori pur richiedendo voltaggi di alimentazione inferiori. 

elpida_chip_ddr3

Commenti (0)add comment

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

 
Copyright © 2009 InformaticaEasy. Tutti i diritti riservati.
E' vietata la riproduzione di qualunque contenuto del sito senza aver richiesto autorizzazione.
  Le recensioni e gli articoli sono scritti e di esclusiva proprietà di Paolo Vinella; se presenti su altri siti/forum, sono stati inseriti dallo stesso
 
Sito realizzato e gestito da Paolo Vinella.