chiudi

Non sei ancora registrato? Cosa aspetti, corri a farlo QUI !!

LOGIN / JOIN !
REVIEW
Registrati
Reviews
Forum

Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Assemblare un PC

Valutazione attuale: / 13
ScarsoOttimo 
Indice
Assemblare un PC
STEP 1
STEP 2
STEP 3
STEP 4
STEP 5
STEP 6
Conclusioni
Tutte le pagine

Come assemblare un computer??? Una domanda che molti di voi si saranno posti...

Molti preferiscono acquistare direttamente un pc preassemblato e "griffato"; spesso però questa scelta implica un maggior dispendio di denaro in quanto dobbiamo tener presente che, con la stessa cifra spesa per un desktop preconfigurato possiamo crearci un computer assemblato i cui vantaggi saranno:

1. Estrema flessibilità: la scelta dei componenti sarà compito nostro, quindi
2. Costi nettamente inferiori: acquistando inoltre da negozi on-line (scegliere la forma del pagamento contrassegno, possibilmente!) si risparmia moltissimo. Io eviterei le aste online, soprattutto se chi vende è un privato che, più che vendere, svende certi prodotti che invece hanno un valore nettamente superiore (celasi evidente truffa);
3. Soddisfazione di aver assemblato un pc!
Ma come assemblare un pc??? Vediamolo insieme... Ho suddiviso l'articolo in piccoli passi da compiere, in modo da snellirne la struttura e strutturarlo in maniera procedurale e sequenziale.


 STEP 1: budget

 

 budget

First of all, dobbiamo avere un'idea chiara di quanto vogliamo spendere: dal nostro budget dipenderà ovviamente la scelta di componenti più, oppure meno, costosi. Un'indicazione generale: un PC entry level possiamo averlo anche per poco più di 500€; un PC dalle performance medie per 1000€, un computer dalle performance medio-elevate per 1300€ circa ed un PC "extreme-gamer" a partire da 1500€ in su. I prezzi sono abbastanza indicativi, anche a causa delle continue fluttuazioni dei prezzi dei componenti in virtù dell'uscita sul mercato di componenti hardware sempre nuovi.


STEP 2: piattaforma

amd vs intel

Che piattaforma usare? Intel oppure AMD??? Con i Core2Duo/Quad Intel ha fatto passi da gigante, ed AMD non riesce a competere assolutamente con tale piattaforma. E' evidente che sono abbastanza di parte... spetta a voi la scelta! Un'analisi delle comparative on-line tra piattaforme Intel o AMD-based può certamente aiutare nella scelta...


 STEP 3: componenti

componenti

A questo punto bisogna decidere cosa effettivamente acquistare. Ovviamente tutto dipende, oltre che dal budget, da cosa vogliamo fare col nostro pc. Tuttavia, fattori ormai "standardizzati" da prendere sempre in considerazione, sono i seguenti:
- CPU Dual Core (o Quad se vogliamo un PC più duraturo e che se la sappia cavare anche con rendering e programmi di grafica impegnativi); attualmente la miglior CPU che garantisce un rapporto prezzo/prestazioni senza eguali è il Q6600 (quad-core, 2.4GHz, 1066MHz FBS, 8MB cache);
- Almeno 1 GB di RAM (DDR2 da 800 MHz) nel caso di XP; 2 GB con Vista e, se le nostre esigenze ci portano a dover scegliere 4 GB di RAM, optiamo per un sistema operativo a 64 bit in grado di gestire pienamente questo quantitativo di memoria;
- Hard disk S-ata2 da 7200 rpm e almeno 8 MB di buffer. L'hard disk è il collo di bottiglia di qualsiasi sistema: potremo dotare il nostro pc anche di un QuadCore QX9770 e di 8 GB di RAM a 1 GHz ma, se affianchiamo a questa configurazione iper-prestante un hard disk piuttosto lento (es. 5400 rpm) le prestazioni decadranno ugualmente. Io consiglierei di spendere magari un po' meno per quanto riguarda la CPU (la frequenza la si recupera tranquillamente overcloccando) e di investire questi soldi risparmiati in un hard disk molto affidabile e prestante: il Western Digital Raptor; buona idea sarebbe avere un Raptor da 150 GB contenente il sistema operativo e i nostri programmi e un hard disk più lento e capiente da usare per memorizzare musica, video, immagini e documenti personali.
- Scheda video PCI-Express: ormai lo standard AGP è in disuso e tutte le moderne schede madri sono dotate della connessione PCI-Ex. Scegliamo una scheda video da almeno 512 MB di VRAM DDR3 dedicata e optiamo per le ATI (HD3850, HD3870 sono ottime schede DX10), mentre scegliamo le GeForce se vogliamo un boost prestazionale un po' più elevato (ottime la 8800GTS G92 o la 9800GTX).
- Alimentatore: da almeno 500W e possibilmente modulare (maggior ordine nel case in quanto si sfruttano solo i cavi che servono). Assicuriamoci che sulla linea 12V siano presenti un sufficiente numero di ampere richiesti dalla scheda video. Scegliamo alimentatori di marche note (es. Corsair, Seasonic, SilverStone, Zalman,...);
- Scheda madre: nel caso si opti per la piattaforma intel, vanno bene tutte le moderne schede madri per un utilizzo normale del pc; i chipset 965 e 975x appartengono alla penultima generazione; optiamo eventualmente per il chipset P35, X38 o X48 se vogliamo essere sicuri che la nostra mobo sia compatibile al 100% e in modo nativo anche con i Penryn; il costo aumenta, e secondo me non ne vale la pena a meno che non optiamo per una P35. Ovviamente scegliamo una scheda madre con slot di memoria per DDR2 e con connessioni S-ATA -tutte le moderne MB ne sono provviste-).
- Case: un middle tower va più che bene; assicuriamoci che supporti schede madri ATX.

Ovviamente per quanto riguarda il dissipatore del processore, se intendiamo non overcloccare o per overclock modesti (non superiori al 10-15% della frequenza di fabbrica) installiamo tranquillamente quello stock (incluso nella confezione del processore), altrimenti il mercato offre una vastissima scelta di dissipatori.


 STEP 4: assemblaggio

assemblaggio
Ora è arrivato il momento di assemblare il nostro pc. E' bene premettere che tutti i connettori hanno un unico verso, quindi è impossibile sbagliare!!
1) Iniziamo con l'assicurare l'alimentatore al case con le 4 viti posteriori;
2) Ora bisogna installare il processore sulla scheda madre. E' un'operazione davvero semplice, immediata ed intuitiva; seguite il manuale inluso nella scatola della vostra CPU e non sbaglierete. Nel caso dei processori Intel si tratta di aprire una staffa di ritenzione del socket agendo su una levetta, inserire la CPU all'interno del socket e richiudere la staffa;
3) Anche per installare il dissipatore atteniamoci al rispettivo manuale; nel caso di dissipatore Intel si tratta di appoggiarlo sul processore e ruotare 4 levette per assicurarlo. Nel caso volessimo installare un dissipatore alternativo, dovremo munirci anche di pasta termica di cui applicare un sottile velo uniforme tra superficie del processore e base del dissipatore. Assicuriamoci che la superficie superiore del core della cpu sia a contatto con la superficie inferiore del corpo del dissipatore. Oltre a verificare il contatto tra dissipatore e processore, occorre rendere più efficiente il dissipatore. Frequentemente, il pad termico presente sulla superficie inferiore del dissipatore non permette un corretto trasferimento del calore. La soluzione a tale problema consiste nel rimuovere il pad termico e applicare una pasta termo-conduttiva più efficiente.
4) Per installare la memoria ram, si agisce sull'apertura di due fermi in plastica verso l'esterno; poi, possiamo  inserire gli slot rispettando le tacche e premerli verticalmente fino a sentire lo scatto di chiusura;
5) Installiamo la scheda madre nel case, assicurandoci che nel case siano presenti i distanziatori per evitare cortocircuiti con la scheda madre. Si tratta a questo punto di assicurare la scheda al case con 9 viti;
6) Ora, è il momento di collegare sulla scheda madre il led del tasto di reset (RESET), il pulsante di accensione del sistema (ATX-SW), il led di attività del sistema (PWR LED), lo speaker (SPEAKER) e il led di attivitù del disco fisso (HD-LED), led presenti sulla parte anteriore del case. E' bene dire che non c'è una polarità fissa per i pulsanti di accensione o reset, in quanto servono solo a creare il corto; invece, è necessario rispettare le polarità per i led (solitamente il cavetto bianco è il negativo);
5) Colleghiamo il connettore ATX (a 20 o 24 poli) dell'alimentatore alla scheda madre in modo da fornire energia a questo vitale componente del computer, mentre per alimentare correttamente la CPU connettiamo un cavo a 4 pin nel connettore presente nelle immediate vicinanze del processore.
6) Installiamo nel case eventuali lettori/masterizzatori e connettiamoli alla scheda madre usando un cavo IDE (per masterizzatori IDE) o SATA (per masterizzatori SATA). Nel caso di connessione IDE, assicuriamoci di settare, nel caso di più di un lettore CD, uno su master e l'altro su slave, agendo mediante appositi ponticelli presenti nella parte inferiore del drive. Alimentiamo ora i drive con i connettori dell'alimentatore molex a 4 pins che serviranno anche ad alimentare gli hard disk che dovremo installare a questo punto e collegare alla scheda madre utilizzando il cavo SATA (o IDE). Consultiamo il manuale della nostra scheda madre per maggiori informazioni su dove sono locati i vari connettori.
7) Installiamo infine la scheda video, connettendola alla scheda madre mediante la connessione PCI express, e dotandola di alimentazione supplementare mediante cavo a 4 (o 6) pin dell'alimentatore.


 STEP 5: incrociamo le dita!


Dopo tanto lavoro, incrociamo le dita e accendiamo il pc; a questo punto bisognerà eventualmente configurare il BIOS, operazione che tuttavia nella stragrande maggioranza dei casi è superflua dato che la scheda madre rileva automaticamente tutti i componenti ad essa connessi.


 STEP 6: installiamo il SO

Infine dobbiamo installare il sistema operativo assicurandoci, da BIOS, che nella sequenza Boot Device Priority ci sia al primo posto il lettore CD da cui il loader potrà rilevare la presenza di supporti avviabili.


 CONCLUSIONI

Ovviamente detto così può sembrare un'operazione complessa, tuttavia se ci aiutiamo anche consultando il rispettivo manuale di ciascun componente del nostro pc non avremo nessun problema. Addirittura nei manuali (parlo di hardware comunque recente) sono riportate foto a colori che illustrano passo passo le installazioni (CPU, RAM, scheda video,... nel caso del manuale della scheda madre, ad esempio).
I manuali sono di grande aiuto e spesso, se sono forniti solo in lingua inglese, possiamo provare a consultare il sito del produttore da cui spesso è possibile scaricare il manuale per il nostro prodotto in lingua italiana in formato pdf.

Potete esporre eventuali pareri, chiarimenti, richieste o approfondimenti contattandomi o attraverso il forum.

Commenti (3)add comment
67
mansù: ...
smilies/sad.gif devo mettere mani al bios!!! devo aver pure il cd del sistema operativo!!! se metto mani io, il pc diventa un tostapane...mi sa che dovrei iniziare con l'assemblazione assistita!!! smilies/tongue.gif
1

settembre 18, 2008
0
IceMan: ...
Salve,
al fine di essere più esauriente questa guida riguardo all'assemblaggio di un PC bisogna far notare ai poco informati che se sommiamo il prezzo di un PC "fai-da-te" alla spesa per l'acquisto del S.O. (l'unico acquistabile è Microsoft Windows) andiamo al di fuori del budget previsto ad inizio guida, a meno che non si voglia installare una distribuzione Linux, solo allora si potrebbe decidere se a conti fatti conviene o non conviene assemblarsi un PC.
smilies/grin.gif
2

settembre 30, 2008
62
admin: ...
Non credo si sfori troppo... le licenze OEM non costano poi tanto smilies/wink.gif
3

ottobre 05, 2008

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy