chiudi

Non sei ancora registrato? Cosa aspetti, corri a farlo QUI !!

LOGIN / JOIN !
REVIEW
Registrati
Reviews
Forum

Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Guida all' over clock del PC - Il dissipatore

Valutazione attuale: / 10
ScarsoOttimo 
Indice
Guida all' over clock del PC
Premesse
Da dove eseguirlo
Ci sono rischi?
Operazioni preliminari
Il nostro hardware
Cenni teorici
Si inizia!
Il dissipatore
Overvolt
Valutazione OC
E la scheda video?
Conclusioni
Tutte le pagine

IL DISSIPATORE: COMPONENTE CRUCIALE

Un buon dissipatore sul processore è fattore primario per un overclock; per fare un esempio, un Intel Core 2 Duo E6600 funzionante a 2,4 GHz è possibile spingerlo almeno sino a 3 GHz sfruttando il dissipatore boxed (quello fornito da Intel assieme al processore). Per quanto riguarda i Conroe, Intel sconsiglia di superare in full load (CPU sotto stress intensivo) i 62-65 gradi in media. E' bene ricordare che Intel forisce una indicazione precisa del TDP di ogni sua CPU. Il TDP, ovvero il Thermal Design Power, è un'indicazione teorica del consumo medio di una precisa CPU quando lavora alle sue condizioni di default. Il TDP è espresso in Watt, ovvero in potenza dissipata in calore, che con l'overclock aumenta (e ovviamente aumentano le temperature!).
Dunque, ogni volta che gradualmente saliamo di frequenza, dovremo testare la CPU con programmi di stress-test e contemporaneamente monitorare la temperatura del processore. Anche perchè overcloccando le temperature di esercizio si innalzano e, dopo una certa frequenza, anche in maniera esponenziale (ce ne accorgiamo perchè la CPU "non ce la fa" a salire più gradualmente ma richiede molto più voltaggio e di conseguenza scalda di più; non è dunque buona norma continuare...). Se possediamo un raffreddamento a liquido il problema temperatura passa in secondo piano, ma comunque fino a un certo punti...
Dovremo utilizzare:
Orthos per lo stress-test;
CoreTemp per monitorare le temperature del nostro processore.
Ogni volta che eseguiamo un incremento di frequenze, avviamo Orthos per almeno una mezzoretta in modalità “Blend-stress CPU and RAM” e priorità 10 e, con CoreTemp in esecuzione, monitoriamo la temperatura: se questa si mantiene entro i 62 gradi possiamo spingerci oltre con l'overclock, altrimenti fermiamoci ed eventualmente torniamo all'impostazione precedente.
E' bene precisare che i Core 2 Duo e Core 2 Quad si spengono, per prevenire seri guasti ai transistor, rispettivamente ad 85 e 100 gradi. Tuttavia è buona norma tenersi ben lontani da queste temperature estreme.