Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Kingston SSDNow V+100 128GB, un Toshiba che si aggiorna e migliora
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Giovedì 07 Aprile 2011 08:00
Indice
Kingston SSDNow V+100 128GB, un Toshiba che si aggiorna e migliora
1) Introduzione, confezione e contenuto
2) SSD... anche USB!
3) Il Kingston SSDNow V+ da vicino
4) Caratteristiche e specifiche tecniche
5) BENCHMARK - HD Tune
6) BENCHMARK - HD Tach
7) BENCHMARK - CrystalDiskMark
8) BENCHMARK - ATTO Disk Benchmark
9) Considerazioni finali e conclusioni
Tutte le pagine

Kingston SSDNow V+100 128GB

Mantenendo controller e memorie NAND Toshiba della precedente generazione, la nuova serie SSDNow V+100 di Kingston si aggiorna nel firmware e vede una riduzione del processo produttivo. Il che si traduce in un pregevole incremento di prestazioni. Vediamo nel dettaglio l'unità 128GB.


1) Introduzione, confezione e contenuto

Ce l'abbiamo fatta. Nonostante l'abnorme mole di impegni (perlopiù di carattere universitario) qui in Cina, una nuova recensione può finalmente essere accolta nell'apposita area Reviews di InformaticaEasy.net . E' Kingston ad aprire di nuovo le danze, con un prodotto che ha probabilmente dovuto ascoltare fino alla nausea la famosa frase londinese <<Please mind the gap between the train and the station>>. Si, perchè per problemi logistici, prontamente risolti da Kingston, l'arrivo qui a Shanghai del sample in questione ha creato un piccolo delay ed un'attesa più lunga del previsto a Londra. Ma finalmente, ci siamo:

Kingston SSDNow V+100 128GB

Ma passiamo a scartare l'involucro, minuziosamente analizzato dalla dogana cinese. Di cosa si tratta? Sicuramente i più affezionati al sito già sapranno che da tempo l'offerta di review che vi propongo si basa centralmente su dischi a stato solido. Ebbene, Kingston ed SSD sono due termini che da qualche anno a questa parte vanno a nozze, e questa recensione sulla nuova revision dell'unità Kingston SSDNov V+ 100 ve ne darà ulteriore prova. Il modello recensito per voi è quello da 128GB di capienza.

Kingston SSDNow V+100 128GB

In versione "upgrade kit" (vedremo a breve nel dettaglio di cosa si tratta) questa unità offre ragguardevoli velocità di lettura e scrittura sequenziali. Valori, questi, capaci di creare un abnorme distacco dalle classiche unità HDD a piatti magnetici rotanti, che in futuro ormai prossimo saranno completamente relegate ad unità di backup/storage e affiancate ad un SSD principale che conterrà sistema operativo e programmi per un più immediato e performante accesso alle funzionalità software messe a disposizione dal nostro computer.

Kingston SSDNow V+100 128GB

La confezione risalta in particolar modo proprio l'aspetto "kit upgrade" di cui sopra: è un SSD, questo, che ben si presta a funzionare come tale non solo come unità principale del nostro sistema. Vedremo presto infatti che, oltre a poterlo collocare in un netbook/notebook oppure un classico PC tramite appositi adattatori forniti, sarà anche possibile sfruttarlo come device... esterno.

Kingston SSDNow V+100 128GB

Rimosso l'involucro in cartone esterno, ritroviamo il suo contenuto inserito e ben incastonato all'interno di una custodia in plastica con apertura superiore. Un CD ci nasconde la vista del drive!

Kingston SSDNow V+100 128GB

Decisamente appetitoso il set di accessori incluso nel box di vendita. Basti pensare che i primissimi SSD diffusi sul mercato erano inclusi in una confezione di vendita che offriva, oltre all'unità, al massimo quattro viti di fissaggio e null'altro. Nè connettori, nè CD, nè tantomeno una guida. E' chiaro che ormai l'SSD inizia a bussare alle porte delle case degli utenti finali, ed è quindi auspicabile che la confezione assicuri un miglior comfort di installazione e familiarizzazione con l'unità.

E Kingston, in quanto a ciò, ha fatto una scelta decisamente azzeccata. Oltre all'SSD, infatti, possiamo contare sulla disponibilità di un CD con il software necessario alla creazione di un'immagine di backup dei dati presenti sull'hard disk da rimpiazzare con l'unità, un adattatore di alimentazione SATA-->molex 4 pin, cavo dati SATA II, adattatori in metallo per l'installazione in alloggiamenti normalmente concepiti per ospitare unità da 3,5 pollici, nonchè altri due interessanti accessori...

Kingston SSDNow V+100 128GB

...una custodia in plastica ed un cavo USB. A cosa serviranno mai?! Facile intuirlo; in ogni caso girate pagina e ne scoprirete tutti i dettagli!

Kingston SSDNow V+100 128GB


2) SSD... anche USB!

Ricalchiamo ancora una volta il concetto "kit di upgrade". Con tale indicazione Kingston intende la variante di ogni sua unità SSD offerta che include, oltre al drive in sè, una serie di accessori in bundle atti a migliorare l'esperienza utente con queste unità. Ogni disco a stato solido Kingston, in sostanza, è offerto in due configurazioni: "unità singola" e "kit di upgrade". La variante recensita da InformaticaEasy.net appartiene a quest'ultima categoria.

Lo notiamo innanzitutto dalla presenza di due lettere in più, "B" ed "R", nel serial number stampigliato sulla confezione dell'unità. Secondariamente, possiamo constatarlo dalla presenza di una dotazione di bundle più ricca, a partire da un interessante accessorio: un box che consente di trasformare l'SSD Kingston in un'unità esterna USB autoalimentata.

Il box incluso, in plastica, offre forme essenziali e reca, oltre al logo Kingston su sfondo nero, una luce LED azzurra laterale per monitorare l'attività del disco nonchè un classico connettore miniUSB 2.0. Incluso anche un cavo USB nella confezione.

Kingston SSDNow V+100 128GB

Dal lato opposto, una pratica levetta di sicurezza consente di aprire la "scatola", per effettuare l'inserimento dell'SSD al suo interno.

Kingston SSDNow V+100 128GB

Muovendo la levetta in posizione di apertura, è possibile far slittare la scocca posteriore della custodia per avere accesso al vano interno in cui inserire il disco. Come vedete, è già provvisto degli attacchi SATA dati e alimentazione; un controller interno si occupa dell'interfacciamento su protocollo USB.

Kingston SSDNow V+100 128GB

L'inserimento dell'unità Kingston SSDNow V+ 100 è pratico e veloce:

Kingston SSDNow V+100 128GB

...e alla fine, richiudendo il box, avremo un "SSD esterno" a tutti gli effetti! Che, grazie alla robustezza dell'involucro supplementare (oltre al guscio in alluminio dell'SSD stesso) renderà il drive nel suo complesso ancora più protetto.


3) Il Kingston SSDNow V+ da vicino

Nella sua confezione, l'SSD è riposto in una busta in plastica antistatica. Kingston ci ha abituati a tale cura degli imballaggi da tempo, ormai.

Kingston SSDNow V+100 128GB

Scocca rivista in alluminio più robusto e tonalità black. Con qualche punta di rosso per il logo Kingston e le scritte più importanti contrastate con l'uso del bianco. Anche l'occhio vuole la sua parte, no? Il form factor di questa unità SSDNow V+ 100 Series è il classico da 2,5 pollici.

Kingston SSDNow V+100 128GB

Seconda inquadratura per l'unità SSD: nella foto seguente meglio visibili le lavorazioni della scocca e la sua chiusura mediante quattro viti, nonchè i connettori SATA (dati ed alimentazione).

Kingston SSDNow V+100 128GB

La conformazione del disco ne permette l'installazione in qualunque alloggiamento: i connettori hanno posizione ed allineamento standard, dunque non avremo ad esempio grossi problemi nel collocarlo all'interno di un computer portatile. La scocca in alluminio ne favorirà e migliorerà la dissipazione del calore generato (sempre comunque molto contenuto trattandosi di un drive a stato solido) e conferirà al device maggiore robustezza. Ormai l'involucro in alluminio è stato da tempo adottato praticamente da tutti gli SSD Producer.

Kingston SSDNow V+100 128GB

Curiosi di scoprire cosa si nasconde sotto la carrozzeria, vero? Tra qualche riga di testo lo saprete...

Kingston SSDNow V+100 128GB

Analizzare un SSD significa non solo testarlo operativamente, ma anche osservarlo da vicino. Dall'interno. Sebbene la sezione relativa all'enumerazione delle feature tecniche sia relegata alla pagina seguente, iniziamo con l'analizzare più nel dettaglio la componentistica interna dell'unità, rimuovendone la scocca ed osservando il circuito stampato.

La conformazione del PCB, in colorazione blu, è leggermente fuori dagli schemi. In particolare, la dislocazione dei chip principali è leggermente differente in quanto gli ingegneri Kingston hanno dovuto effettuare un lavoro di ricollocamento degli integrati in modo da calzare, nello spazio delimitato dal PCB, tutta la componentistica. Con il risultato che, stavolta, le memorie flash non sono organizzate più in una matrice perfetta ben distinguibile e divisa dalla sezione controller/cache, quest'ultima generalmente relegata sul bordo prossimo ai connettori.

Controller e memoria cache sono disposti in basso a sinistra, e sono circondati sia dall'alto che lateralmente da 8 chip di memoria NAND Flash di tipo MLC.

Kingston SSDNow V+100 128GB

16GB di capacità per ciascun chip NAND per un totale, dunque, di 128GB. Ogni modulo NAND è marcato Toshiba, model number TH58NVG7D7EBAK2. Si tratta di memoria flash di tipo Multi-Level Cell  e sono le medesime presenti nei precedenti modelli Kingston V+. Il matrimonio tra Kingston e Toshiba continua dunque a reggere ottimamente, probabilmente perchè, come molti affermano, è proprio in Toshiba da ricercare l'originale invantore della tecnologia NAND flash. Con esperienza da vendere. Letteralmente.

Kingston SSDNow V+100 128GB

Non solo le memorie, ma anche il controller è firmato Toshiba. Anche in questo caso, dal punto di vista prettamente hardware, nessuna modifica rispetto alla precedente generazione. Il segreto delle migliori performance caratterizzanti le nuove versioni SSD V+ sembra riguardare il livello firmware. Sebbene il controller sia sempre il Toshiba T6UG1XBG, infatti, il firmware è stato aggiornato. E, come risultato, Kingston può affermare che le prestazioni del drive sono migliorate del 25% rispetto alla precedente generazione.

Un controller, questo, che supporta sia la tecnologia TRIM che il Garbage Collection, che lavorano indipendentemente per cercare di mantenere le migliori performance nel tempo.

Kingston SSDNow V+100 128GB

Probabilmente vi starete chiedendo se sia possibile installare il firmware di cui sopra sulle unità della generazione precedente. Da una rapida ricerca su internet, pare che Kingston abbia dato responso negativo. Il motivo sembrerebbe semplice: il controller, sebbene lo stesso, ha subito una riduzione del die a 32 nanometri, dunque il nuovo firmware non funzionerà sui vecchi drive V+ per tale ragione.

Concludiamo con qualche parola sulla memoria cache. Come potete osservare dalla foto seguente (la veloce memoria è posta a sinistra del controller) il logo ci fa intuire che si tratta di un chip targato Micron. Si tratta di una cache DDR DRAM da 128MB di capienza che aiuta il buffering dei dati.

Una piccola interessante curiosità: sul web, diverse voci riportano che iFixIt.com, che da tempo offre foto esplicative relative ai componenti "smembrati" dei prodotti Apple, ha osservato la medesima combinazione controller-cache all'interno dei nuovi notebook Macbook Air. Che, ricorderete, includono una memoria a stato solido sulla scheda madre poichè lo spessore ridotto del device non offriva spazio a sufficienza per poter alloggiare un hard disk / SSD tradizionale da 2,5 o 1,8 pollici. Il perchè Apple abbia fatto affidamento su tale architettura a stato solido è semplice: il sistema operativo OS X, è risaputo, non supporta i comandi TRIM e dunque deve necessariamente affidarsi alla tecnologia Garbage Collection, che fortunatamente il controller Toshiba in questione supporta ed attua senza problemi all'interno delle celle di memoria flash.


4) Caratteristiche e specifiche tecniche

Così come riportato da Kingston sul suo sito web, le unità SSDNow V+100 sono ideali per gli ambienti aziendali più esigenti, così come per programmatori e integratori di sistemi. Le unità utilizzano un’interfaccia SATA ma, diversamente dai dischi rigidi tradizionali, non contengono componenti mobili. Le unità garantiscono durata e affidabilità, per soddisfare le esigenze dei professionisti sia in ufficio, sia in viaggio. I lavoratori mobili di qualsiasi settore apprezzeranno il miglioramento delle prestazioni; lo stesso vale per medici, sviluppatori di software, esperti di video editing, progettisti, esperti di IT e addetti alla pubblica sicurezza. Insomma, una gamma di "destinazioni d'uso" per questa unità.

Il modello qui recensito è pracisamente il SVP100S2B/128GR (kit di upgrade) ed offre, in un form factor da 2,5 pollici, 128GB di memoria NAND Flash operante a 230MB/s in lettura e 180MB/s in scrittura (velocità massime dichiarate e riferite ai trasferimenti di tipo sequenziale). Il dispositivo, su intefaccia SATA II 3Gbps, supporta i comandi TRIM di Windows nonchè il Garbage Collection, che mantiene ottimali i livelli delle prestazioni di un sistema. Ciò è importante soprattutto per i sistemi basati su Windows XP, che non dispongono del supporto TRIM; oltre a ciò, secondo Kingston, questa funzione aiuterà le organizzazioni ad estendere il ciclo di vista del software sui sistemi, ritardando l’upgrade dei sistemi operativi e delle applicazioni compatibili.

Le unità SSDNow sono garantite per 3 anni e sono supportate da una assistenza tecnica 24/7.

Caratteristiche

  • Fattore di forma — 2,5"
  • Interfaccia —SATA 1,5 Gb/sec. e 3 Gb/sec.
  • Capacità1 — 64 GB, 96 GB, 128 GB, 256 GB, 512 GB
  • Dimensioni — 69,85 x 100 x 9,5 mm
  • Peso —128 -151 grammi
  • Temperature di stoccaggio — da -40 a 85 °C
  • Temperature operative — da 0 a 70 °C
  • Tolleranza alle vibrazioni (in uso) — 2,7 G
  • Tolleranza alle vibrazioni (non in uso) — 20 G
  • Elaborazione sequenziale in lettura 2 — 230 MB/sec.
  • Elaborazione sequenziale in scrittura 2 — 180 MB/sec.
  • Punteggio PCMARK Vantage HDD Suite 3:
    64 GB – 35,046
    96 GB – 34,971
    128 GB – 35,073
    256 GB – 34,795
    512 GB – 34,697
  • Specifiche alimentazione — 3.4 W (TYP) attiva / 0.05 W (TYP) non attiva
  • MTBF — 1.000.000 ore

Codice articolo unità Kingston SSDNow V+100:

SVP100S2/64G (unità singola)
SVP100S2/96G (unità singola)
SVP100S2/128G (unità singola)
SVP100S2/256G (unità singola)
SVP100S2/512G (unità singola)

SVP100S2B/64GR (kit di upgrade)
SVP100S2B/96GR (kit di upgrade)
SVP100S2B/128GR (kit di upgrade) <-- MODELLO RECENSITO
SVP100S2B/256GR (kit di upgrade)
SVP100S2B/512GR (kit di upgrade)

 

Con l'aiuto dell'utility HD Tune Pro, di cui ci serviremo per gran parte dei benchmark condotti sull'unità, possiamo dedurre ulteriori informazioni sul drive. Tra le principali, una conferma del funzionamento dei comandi TRIM, supporto ad upgrade del firmware, indirizzi a 48-bit, compatibilità con i dati S.M.A.R.T., versione del firmware, serial number e capacità offerta. Ovviamente non veritieri i dati relativi alla velocità operativa media rilevata. Effettivamente, invece, gli RPM sono pari a zero (non trattandosi di hard disk meccanico!).

Kingston SSDNow V+100 128GB


5) BENCHMARK - HD Tune

Il via ai test è scandito da HD Tune, che offre un buon numero di metodi per valutare le prestazioni dell'unità a stato solido di Kingston. Iniziamo con un classico test in lettura sequenziale, che restituisce un valore medio attorno ai 210 MB/s, piuttosto ragionevoli se rapportati al valore dichiarato. La discrepanza è di 20MB/s. L'unità dà la sicurezza di sfruttare in maniera piuttosto costante perlomeno 200 MB/s, che si attesta praticamente come valore minimo effettivo. Tempo di accesso in lettura più che nella norma per memorie NAND Flash di questo tipo.

Kingston SSDNow V+100 128GB

Anche la velocità in scrittura (sequenziale) convince decisamente. I 180 MB/s dichiarati sono più che garantiti, in quanto l'unità riesce a performare in scrittura anche meglio di quanto stimato da Kingston. Un apprezzabile valore medio prossimo ai 190 MB/s ci renderà più che soddisfatti di questo nostro eventuale acquisto.

Kingston SSDNow V+100 128GB

L'SSD Now V+100 non delude neppure per quanto riguarda il numero di operazioni di I/O al secondo. In particolare, a partire da transfer packet grandi 4KB (e a salire) l'unità riesce a scalare piuttosto bene, sfruttando appieno il potenziale della velocità di scrittura di cui è capace.

Kingston SSDNow V+100 128GB

Leggermente sotto tono le performance IOPS in scrittura. A parte un inedito valore per i 4KB, i transfer packet da mezzo KByte non sono digeriti al meglio. Nulla da segnalare per il resto; si tratta di valori piuttosto nella norma se raffrontato ad SSD caratterizzati da fascia di prezzo e microarchitettura simili al drive Kingston in esame in questa recensione.

Kingston SSDNow V+100 128GB

Completiamo l'analisi delle risposte dell'unità alle "sollecitazioni" di HD Tune con un classico test di trasferimento dati a dimensione variabile. A parità di dato, il software monitora la velocità di scrittura e seguente lettura. Evidente la positiva costanza nella reading speed, mentre in scrittura sono segnalati come valore picco 160 MB/s circa. 20 MB/s restano quindi "inespressi". Cercheremo di approfondire con ATTO Disk Benchmark, che riproduce scenari di benching test simili.

Kingston SSDNow V+100 128GB


6) BENCHMARK - HD Tach

Il rapido test condotto con HD Tach mostra l'andamento della velocità in lettura; anche in questo caso il valore medio si discosta di poco da quello massimo dichiarato. Apprezzabili i picchi di velocità prossimi ai 240 MB/s. Velocità di burst pari a 250 MB/s circa, mentre il tempo di accesso è stato decisamente sovrastimato dal software (HD Tune è più attendibile).

Kingston SSDNow V+100 128GB


7) BENCHMARK - CrystalDiskMark

Con la sua interfaccia minimale, CrystalDiskMark è il penultimo dei test effettuati sull'unità. Il software sembra gradire particolarmente l'SSD Now V+ 100 da 128GB di Kingston. In particolare, stupiscono positivamente i dati relativi alla velocità in lettura sequenziale (237 MB/s) e gli ottimi transfer speed per la scrittura randomizzata. Prestazioni, stando al software, davvero poco diverse da un drive a stato solido Intel di fascia medio-alta.

Kingston SSDNow V+100 128GB


8) BENCHMARK - ATTO Disk Benchmark

In conclusione, ATTO Disk Benchmark. Ennesimo software che conferma e valorizza i dati dichiarati dal produttore per questa unità. Praticamente se dividete per 1024 le velocità rilevate dal programma ritroverete i valori in MB/s riportati sulla confezione dell'unità. Che, come già ricordato da CrystalDiskMark, sembra particolarmente gradire in scrittura file di dimensioni medio-piccole.

Kingston SSDNow V+100 128GB

 


9) Considerazioni finali e conclusioni

Solitamente un controller che non sia tra i più noti rende incerti sull'acquisto di un'unità SSD. La serie SSDNow, infatti, non è dotata di chip Intel nè IndiLinx nè SandForce, ma nonostante ciò non possiamo assolutamente classificare l'unità come un prodotto di livello assai inferiore.

Kingston, in collaborazione con Toshiba che ha fornito la componentistica, ha infatti ottimizzato il firmware che in questa nuova versione di drive SSDNow V+ è più aggiornato e implementa migliori algoritmi di gestione dati e salvaguardia dell'unità dal degrado temporale.

L'hardware interno all'SSD di Kingston ha subito un die shrink, unito ad un aggiornamento del firmware del controller, e consente di usufruire sia della Garbage Collection che del TRIM. Una doppia funzionalità che permette anche ai sistemi operativi che non supportano i comandi TRIM di riuscire comunque a gestire un'unità che, in ogni caso, si ottimizzerà automaticamente nel tempo. Ripulendo periodicamente i blocchi inutilizzati, distribuendo al massimo i dati uniformemente tra le celle disponibili e massimizzandone l'"average lifetime".

Sul fronte delle prestazioni, l'unità kingston non delude praticamente mai. I dati dichiarati dal produttore sono stati effettivamente raggiunti in svariati test eseguiti e l'SSD non ha mai mostrato segni di cedimento nè improvvisi ed indesiderati picchi di velocità al ribasso.

award

 

Il prezzo ufficiale suggerito al pubblico IVA esclusa è attualmente pari ad € 323.00. Non dimentichiamo che tale costo d'acquisto è in parte giustificato dalla capienza dell'unità, superiore ai classici 64GB dal costo più "entry level".

Kingston SSDNow V+100 128GB

Commenti (0)add comment

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

 
Copyright © 2009 InformaticaEasy. Tutti i diritti riservati.
E' vietata la riproduzione di qualunque contenuto del sito senza aver richiesto autorizzazione.
  Le recensioni e gli articoli sono scritti e di esclusiva proprietà di Paolo Vinella; se presenti su altri siti/forum, sono stati inseriti dallo stesso
 
Sito realizzato e gestito da Paolo Vinella.