Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Kingston SSDNow V+100 128GB, un Toshiba che si aggiorna e migliora - 3) Il Kingston SSDNow V+ da vicino
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Giovedì 07 Aprile 2011 08:00
Indice
Kingston SSDNow V+100 128GB, un Toshiba che si aggiorna e migliora
1) Introduzione, confezione e contenuto
2) SSD... anche USB!
3) Il Kingston SSDNow V+ da vicino
4) Caratteristiche e specifiche tecniche
5) BENCHMARK - HD Tune
6) BENCHMARK - HD Tach
7) BENCHMARK - CrystalDiskMark
8) BENCHMARK - ATTO Disk Benchmark
9) Considerazioni finali e conclusioni
Tutte le pagine

3) Il Kingston SSDNow V+ da vicino

Nella sua confezione, l'SSD è riposto in una busta in plastica antistatica. Kingston ci ha abituati a tale cura degli imballaggi da tempo, ormai.

Kingston SSDNow V+100 128GB

Scocca rivista in alluminio più robusto e tonalità black. Con qualche punta di rosso per il logo Kingston e le scritte più importanti contrastate con l'uso del bianco. Anche l'occhio vuole la sua parte, no? Il form factor di questa unità SSDNow V+ 100 Series è il classico da 2,5 pollici.

Kingston SSDNow V+100 128GB

Seconda inquadratura per l'unità SSD: nella foto seguente meglio visibili le lavorazioni della scocca e la sua chiusura mediante quattro viti, nonchè i connettori SATA (dati ed alimentazione).

Kingston SSDNow V+100 128GB

La conformazione del disco ne permette l'installazione in qualunque alloggiamento: i connettori hanno posizione ed allineamento standard, dunque non avremo ad esempio grossi problemi nel collocarlo all'interno di un computer portatile. La scocca in alluminio ne favorirà e migliorerà la dissipazione del calore generato (sempre comunque molto contenuto trattandosi di un drive a stato solido) e conferirà al device maggiore robustezza. Ormai l'involucro in alluminio è stato da tempo adottato praticamente da tutti gli SSD Producer.

Kingston SSDNow V+100 128GB

Curiosi di scoprire cosa si nasconde sotto la carrozzeria, vero? Tra qualche riga di testo lo saprete...

Kingston SSDNow V+100 128GB

Analizzare un SSD significa non solo testarlo operativamente, ma anche osservarlo da vicino. Dall'interno. Sebbene la sezione relativa all'enumerazione delle feature tecniche sia relegata alla pagina seguente, iniziamo con l'analizzare più nel dettaglio la componentistica interna dell'unità, rimuovendone la scocca ed osservando il circuito stampato.

La conformazione del PCB, in colorazione blu, è leggermente fuori dagli schemi. In particolare, la dislocazione dei chip principali è leggermente differente in quanto gli ingegneri Kingston hanno dovuto effettuare un lavoro di ricollocamento degli integrati in modo da calzare, nello spazio delimitato dal PCB, tutta la componentistica. Con il risultato che, stavolta, le memorie flash non sono organizzate più in una matrice perfetta ben distinguibile e divisa dalla sezione controller/cache, quest'ultima generalmente relegata sul bordo prossimo ai connettori.

Controller e memoria cache sono disposti in basso a sinistra, e sono circondati sia dall'alto che lateralmente da 8 chip di memoria NAND Flash di tipo MLC.

Kingston SSDNow V+100 128GB

16GB di capacità per ciascun chip NAND per un totale, dunque, di 128GB. Ogni modulo NAND è marcato Toshiba, model number TH58NVG7D7EBAK2. Si tratta di memoria flash di tipo Multi-Level Cell  e sono le medesime presenti nei precedenti modelli Kingston V+. Il matrimonio tra Kingston e Toshiba continua dunque a reggere ottimamente, probabilmente perchè, come molti affermano, è proprio in Toshiba da ricercare l'originale invantore della tecnologia NAND flash. Con esperienza da vendere. Letteralmente.

Kingston SSDNow V+100 128GB

Non solo le memorie, ma anche il controller è firmato Toshiba. Anche in questo caso, dal punto di vista prettamente hardware, nessuna modifica rispetto alla precedente generazione. Il segreto delle migliori performance caratterizzanti le nuove versioni SSD V+ sembra riguardare il livello firmware. Sebbene il controller sia sempre il Toshiba T6UG1XBG, infatti, il firmware è stato aggiornato. E, come risultato, Kingston può affermare che le prestazioni del drive sono migliorate del 25% rispetto alla precedente generazione.

Un controller, questo, che supporta sia la tecnologia TRIM che il Garbage Collection, che lavorano indipendentemente per cercare di mantenere le migliori performance nel tempo.

Kingston SSDNow V+100 128GB

Probabilmente vi starete chiedendo se sia possibile installare il firmware di cui sopra sulle unità della generazione precedente. Da una rapida ricerca su internet, pare che Kingston abbia dato responso negativo. Il motivo sembrerebbe semplice: il controller, sebbene lo stesso, ha subito una riduzione del die a 32 nanometri, dunque il nuovo firmware non funzionerà sui vecchi drive V+ per tale ragione.

Concludiamo con qualche parola sulla memoria cache. Come potete osservare dalla foto seguente (la veloce memoria è posta a sinistra del controller) il logo ci fa intuire che si tratta di un chip targato Micron. Si tratta di una cache DDR DRAM da 128MB di capienza che aiuta il buffering dei dati.

Una piccola interessante curiosità: sul web, diverse voci riportano che iFixIt.com, che da tempo offre foto esplicative relative ai componenti "smembrati" dei prodotti Apple, ha osservato la medesima combinazione controller-cache all'interno dei nuovi notebook Macbook Air. Che, ricorderete, includono una memoria a stato solido sulla scheda madre poichè lo spessore ridotto del device non offriva spazio a sufficienza per poter alloggiare un hard disk / SSD tradizionale da 2,5 o 1,8 pollici. Il perchè Apple abbia fatto affidamento su tale architettura a stato solido è semplice: il sistema operativo OS X, è risaputo, non supporta i comandi TRIM e dunque deve necessariamente affidarsi alla tecnologia Garbage Collection, che fortunatamente il controller Toshiba in questione supporta ed attua senza problemi all'interno delle celle di memoria flash.




Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

 
Copyright © 2009 InformaticaEasy. Tutti i diritti riservati.
E' vietata la riproduzione di qualunque contenuto del sito senza aver richiesto autorizzazione.
  Le recensioni e gli articoli sono scritti e di esclusiva proprietà di Paolo Vinella; se presenti su altri siti/forum, sono stati inseriti dallo stesso
 
Sito realizzato e gestito da Paolo Vinella.