Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Flusso d'aria elevato per il Cooler Master HAF 932
Valutazione attuale: / 17
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Martedì 07 Luglio 2009 08:10
Indice
Flusso d'aria elevato per il Cooler Master HAF 932
1) Introduzione
2) Confezione e contenuto
3) Il case dall'esterno - Parte 1
4) Il case dall'esterno - Parte 2
5) Il case dall'interno - Parte 3
6) Il case dall'interno - Parte 4
7) Caratteristiche tecniche nel dettaglio
8) Considerazioni finali e conclusioni
Tutte le pagine

Cooler Master HAF 932

I moderni componenti di un PC necessitano di un adeguato livello di ventilazione per essere raffreddati a dovere. Cooler Master lo sa bene, e ce lo dimostra con la nuova serie di case HAF (High Air Flow). InformaticaEasy ha recensito il modello HAF 932, full tower iperventilato.


La serie di case HAF di Cooler Master sta letteralmente spopolando: complice il costo accessibile, i modelli 922 e 932 sono tra gli chassis più gettonati in questo momento. HAF sta per "High Air Flow", ovvero flusso d'aria elevato: i case Cooler Master appartenenti a questa serie offrono infatti non solo un eccellente rapporto qualità/prezzo, ma anche e soprattutto un sistema di ventilazione interna ai vertici della categoria.

HAF non è certo destinato all'utenza entry-level: il case è pronto ad ospitare l'hardware attualmente più prestante nonchè le più elaborate soluzioni di dissipazione, grazie al supporto nativo di kit a liquido. La ventilazione, poi, è davvero fuori dalle righe e il case può contare già di default di un buon numero di ventole.

Il prodotto è altamente personalizzabile in funzione della ventilazione e del livello di rumorosità desiderati, ed offre una qualità costruttiva di tutto rispetto nonchè finestra laterale in plexigas per osservare (e far osservare) i componenti interni del nostro case, magari sfoggiando agli amici il nostro waterblock ultimo grido.

La recensione che InformaticaEasy vi propone di seguito riguarda il modello HAF 932, gentilmente fornito da Cooler Master non solo per questo articolo ma anche come importante supporto per una prossima recensione in dirittura di pubblicazione. Questa review, quindi, è precedente ad un secondo report dettagliato che vedrà il case direttamente interessato, soprattutto dal punto di vista della ventilazione.

Prima di immergerci nell'analisi del prodotto, un doveroso ringraziamento va ad Alessandro Delfino, Responsabile Marketing e Comunicazione di Cooler Master per l'Italia.

Cooler Master HAF 932

Confezione nera per l'HAF 932. Si tratta di uno chassis full tower, dunque la confezione non è certo di piccole dimensioni. Appare ben in evidenza, sul frontale della stessa, un'elaborazione 3D dell'HAF che evidenzia la ventola anteriore con LED rosso.

Cooler Master HAF 932

Il case è avvolto in una busta in plastica ed inserito tra due pannelli laterali in polistirolo; tutta la struttura calza perfettamente nella confezione in cartone.

Cooler Master HAF 932

Gli accessori inclusi sono riposti all'interno del case, in una piccola scatola in cartone. Al suo interno troviamo quattro ruote con tanto di "freno" da installare in corrispondenza dei piedini inferiori del case (per poggiarlo a terra e muoverlo, quindi, con estrema facilità); una mascherina anteriore per drive da 3,5 pollici collocati in drive da 5,25''; una prolunga per il connettore di alimentazione della CPU nonchè una bustina contenente distanziatori per la scheda madre, buzzer e viti varie per l'installazione dei componenti all'interno del case.

Cooler Master HAF 932

E' inoltre presente un manuale di installazione rapida nonchè una schematizzazione che aiuta l'utente a posizionare i distanziatori in funzione della scheda madre che sarà alloggiata all'interno dell'HAF.

Cooler Master HAF 932

Questa pagina, nonchè la seguente, offrono una panoramica a 360 gradi circa l'esterno del case. Il Cooler Master HAF 932 appare molto robusto e decisamente massiccio; Cooler Master non ha badato tanto alle curve e agli "effetti aerodinamici" quanto alla robustezza nelle giunture, realizzando apposite nervature che irrigidiscono la struttura. Il case è realizzato quasi interamente in lamiera verniciata con colore nero; decisamente pochi gli inserti in plastica. Se da una parte ciò si traduce in maggior solidità, è pur vero che cotanto metallo aumenta notevolmente il peso del prodotto. L'intero case, a vuoto, pesa infatti ben 13,2 Kg. Peso al quale verrà sommato quello dell'hardware che sarà installato al suo interno.

Cooler Master HAF 932

La parte sicuramente più suggestiva del case è la paratia laterale sinistra, che reca il logo HAF ricavato mediante un particolare accostamento di vernici nonchè un'enorme griglia forellata con una ventola di generose dimensioni, da ben  230mm di diametro, che immette aria fresca all'interno del case. Si tratta della prima di ben quattro ventole fornite, in bundle, con il Cooler Master HAF 932. La griglia che ospita tale ventola è inoltre munita di appositi fori che permettono di sostituire la fan Cooler Master con ventole da 120 mm personalizzate, fino ad un massimo di 4.

Cooler Master HAF 932

Al di sopra di tale griglia è presente una finestra in plexigas finemente decorata con righe bianche che permette di offrire una generosa visuale dell'interno del case, per sfoggiare l'hardware all'ultimo grido che l'HAF ospita.

Cooler Master HAF 932

Contribuisce enormemente alla ventilazione interna anche la ventola superiore, di dimensioni e caratteristiche identiche a quella alloggiata lateralmente, anch'essa integrata in un'ampia superficie forellata.

Cooler Master HAF 932

Anche tale superficie è in grado di ospitare ventole da 120 mm e, in particolare, è anche  possibile installare un radiatore di un kit di dissipazione a liquido (sia monoventola che biventola o triventola).

Cooler Master HAF 932

Integrare un impianto a liquido all'interno dell'HAF 932 non sarà certo un problema: osservando le due immagini seguenti, infatti, notiamo come l'apposito vano superiore (sul quale eventualmente poggiare le periferiche connesse al PC tramite le porte I/O anteriori del case) ha una sorta di "doppio fondo": sollevando la superficie in gomma rettangolare, infatti, possiamo osservare in basso a sinistra la presenza di un foro che torna estremamente utile per il rabbocco di impianti a liquido compatibili (Cooler Master inclusi) con vaschetta che reca il foro per il riempimento proprio in corrispondenza di tale foro. E' ovviamente necessario installare tali kit a liquido il più in alto possibile, in modo da non ostruire il foro sul case con eventuali periferiche interposte tra esso e il kit a liquido "all-in-one".

Cooler Master HAF 932

Sappiamo bene quanto qualunque kit a liquido, compresi quelli "entry-level", abbiano bisogno di sufficiente ventilazione. Solitamente i kit integrati appena menzionati recano una ventola per la dissipazione del radiatore all'interno del corpo centrale dell'impianto, ospitato in due o tre vani anteriori da 5,25''. Tale ventola non deve essere assolutamente ostruita e, anzi, deve riuscire ad attingere aria sufficientemente fresca per raffreddare il liquido refrigerante. L'HAF 932 viene incontro anche a questa esigenza, in quanto reca, superiormente, apposite feritoie verticali subito dietro il vano superiore.

Cooler Master HAF 932

Una panoramica del lato anteriore e posteriore del case; ben visibili, sul davanti, i sei alloggiamenti per drive CD/DVD; la parte posteriore, invece, offre piena compatibilità a kit a liquido con radiatori esterni nonchè una ventola già preinstallata. La larghezza del case, non indifferente, ha permesso inoltre la realizzazione di un'ulteriore superficie forellata a destra delle staffe PCI.

Cooler Master HAF 932

Le porte I/O anteriori includono ben 4 porte USB 2.0, porta FireWire, e-SATA, nonchè ingresso e uscita per microfono e cuffie. Presenti anche i led di power-on e attività hard disk. I pulsanti power e reset non sono situati sul davanti bensì sul tettuccio, in prossimità del bordo anteriore: scelta vincente soprattutto nel caso in cui collochiamo il Cooler Master HAF 932 in basso rispetto al piano della nostra scrivania.

Cooler Master HAF 932

La terza ventola da 230mm è situata in basso, sulla parte anteriore, e lavora in immissione. Una griglia sufficientemente fitta impedisce alla polvere di penetrare all'interno del case. Probabilmente di lieve ostruzione all'aria la seconda griglia in plastica, più esterna. In ogni caso apposite feritoie sia sui bordi che lateralmente sulle lamiere assicurano un ricambio d'aria sempre più che sufficiente.

Cooler Master HAF 932

Torniamo alla parte posteriore del case; qui è ospitata la quarta ventola, da 140 mm. L'apposito all'oggiamento consente in ogni caso anche l'installazione di una ventola da 120mm, così come l'alloggiamento della ventola anteriore del case appena analizzata.

Cooler Master HAF 932

Il vano per l'alimentatore è situato in basso; scelta ottimale quella di disporre il più vicino possibile alla superficie di appoggio i pesi maggiori.

Cooler Master HAF 932

In realtà l'HAF 932 consente di collocare al suo interno anche un secondo alimentatore; in tal caso è necessario rimuovere una copertura in lamiera che ospita dei fori per il passaggio dei tubi di un eventuale impianto di raffreddamento a liquido con radiatore e/o vaschetta all'esterno.

Cooler Master HAF 932

Decisamente più anonima di quella sinistra appare la paratia destra del case. Apposite sporgenze contribuiscono ad irrobustirla e ad abolire una linea estetica monotona e scontata.

Cooler Master HAF 932

Entrambe le paratie sono removibili. Appena tolte, notiamo come il case diventi ben più leggero. E' quindi consigliabile installare l'hardware e posizionare il case prima di rimontare le due paratie laterali, evitando di sollevare qualche "chilo" in più...

Tutte le ventole in bundle dispongono sia di connettore tachimetrico a 3 pin che di connettore molex a 4 pin; in quest'ultimo caso le ventole andranno collegate direttamente al PSU e riceveranno 12V fissi (funzionamento al massimo del regime di rotazione).

Cooler Master HAF 932

Tolta la paratia sinistra, possiamo finalmente dare uno sguardo all'interno del Cooler Master HAF 932. Il case offre un interno piuttosto spazioso che non risulterà d'intralcio neppure per l'installazione di schede video molto lunghe e/o in configurazione multi GPU.

Cooler Master HAF 932

I vani per le unità da 5,25 pollici messi a disposizione dal case sono in tutto 6; il sesto, quello più in basso, integra inoltre un adattatore che consente eventualmente di ospitare lettori di schede di memorie o floppy drive grandi 3,5 pollici.

Cooler Master HAF 932

L'installazione di tali drive avviene in maniera completamente tool-less, grazie alla presenza di un apposito bracket in plastica laterale che assicura i drive nella loro posizione. Per una maggior sicurezza è sempre possibile fissare le unità con le viti in dotazione.

Cooler Master HAF 932

Al di sotto dei vani per le unità da 5,25'' è presente il cestello che accoglie fino ad un massimo di 5 hard disk. Il cestello è posto immediatamente dietro la ventola frontale.

Cooler Master HAF 932

Anche l'installazione degli hard disk avviene in maniera tool-less; consiglio di rimuovere i bracket in plastica non utilizzati per non ostruire il flusso d'aria in ingresso della ventola anteriore, già parzialmente limitato dalla presenza della struttura metallica che costituisce la gabbia degli HDD.

Cooler Master HAF 932

Particolare della slitta di fissaggio degli hard disk, che integra appositi pad in gomma insonorizzanti:

Cooler Master HAF 932

Una volta rimosse tutte e cinque le slitte possiamo notare meglio la ventola anteriore. La gabbia degli hard disk non attraversa in profondità l'intero case; ciò significa che avremo a disposizione qualche centimetro, lateralmente, per convogliare opportunamente i cavi in eccesso.

Cooler Master HAF 932

Altro particolare della ventola anteriore, fotografata dal lato opposto al precedente.

Cooler Master HAF 932

Davvero interessanti le scelte operate da Cooler Master per quanto riguarda la parte inferiore del case: essa è in grado di ospitare non solo una ventola da 120 mm nella zona centrale, ma anche la ventola degli alimentatori con la classica fan da 140mm "in pancia", consentendone l'installazione con la ventola verso il basso. Quest'ultima riuscirà ad attingere aria fresca senza problemi grazie alla sopraelevazione interna. Entrambe le ventole inferiori lavoreranno in immissione. Un ulteriore distacco esterno dal pavimento è creato dai piedini sui quali poggia il case nonchè, eventualmente, dalle rotelle successivamente installate su di essi.

Cooler Master HAF 932

La ventilazione offerta dal Cooler Master HAF 932 è davvero vincente: l'aria fresca viene immessa dalla parte bassa anteriore e dalle ventole collocate sul fondo del case; il calore viene espulso superiormente (rispettando quindi il naturale principio secondo cui "il calore tende a salire") dalla ventola superiore e da quella posteriore.

Cooler Master HAF 932

Ecco la ventola posteriore offerta insieme al case da Cooler Master. Sebbene assicuri una ridotta rumorosità (così come le altre) può essere anch'essa sostituita eventualmente anche con una ventola da 120 mm anzichè 140.

Cooler Master HAF 932

Se abbiamo mai assemblato un computer, sapremo come la gestione dei cavi all'interno del case possa rivelarsi un aspetto fastidioso da sistemare. Ai cavi dei vari componenti, infatti, è necessario aggiungere quelli del case. Poichè il Cooler Master integra un gran numero di porte I/O anteriori, di conseguenza il numero di cavi da connettere alla motherboard aumenta proporzionalmente. In realtà non si tratta affatto di un problema poichè, come vedremo a breve, la gestione dei cavi assicurata da questo case è davvero ottimale.

Cooler Master HAF 932

Aprendo infatti la seconda paratia laterale e dando alla luce la possibilità di penetrare nel case da ambo i lati, possiamo osservare il gran numero di feritoie disposte perimetralmente alla scheda madre che consentono ai cavi di essere sistemati in maniera ordinata, a vantaggio di una migliore areazione all'interno dello chassis. Oltre a due fori superiori (necessari per far passare sul retro il cavo di alimentazione della CPU nonchè quelli delle ventole installate sul tetto) abbiamo a disposizione due fori laterali (per i cavi ATX e PCI Express) nonchè un foro più grande inferiore, a partire dal quale è possibile convogliare verso la destinazione finale i cavi provenienti dall'alimentatore.

Cooler Master HAF 932

I cavi in eccesso possono essere custoditi all'interno di una camera d'aria, sufficientemente ampia, presente tra la lamiera sulla quale viene installata la scheda madre e la paratia laterale destra del case. I cavi potranno quindi spuntare all'interno soltanto per la lunghezza necessaria.

Cooler Master HAF 932

Avrete certamente notato la presenza di un foro rettangolare piuttosto grande, che in realtà si trova al di sotto del PCB della motherboard, una volta che questa è stata installata nel case. In realtà tale foro è di fondamentale comodità, in quanto è stato realizzato in corrispondenza della zona socket: ciò significa che possiamo comodamente installare il nostro dissipatore munito di backplate senza dover rimuovere la scheda madre dalla sua sede. Una comodità certamente molto apprezzata.

Cooler Master HAF 932

Come possiamo notare dall'immagine seguente, nel caso in cui installassimo un secondo alimentatore (avvenimento comunque raro...) dovremo necessariamente sacrificare la ventola superiore da 230 mm, sostituendola con ventole più piccole grazie ai fori presenti. La scheda madre dista dal tetto del case poco meno di 15 centimetri, quindi non sarà un problema installare dissipatori per CPU particolarmente ingombranti che richiedono interventi manuali su più lati.

Cooler Master HAF 932

Un particolare relativo alle staffe PCI, anch'esse forellate. Da notare, anche in questo caso, l'installazione completamente tool-less.

Cooler Master HAF 932

Tenete a mente questa foto: l'alloggiamento per la ventola posteriore sarà di fondamentale importanza in una prossima recensione che (spero!!) verrà pubblicata presto su InformaticaEasy, nella quale anche questo case sarà protagonista... Dunque, STAY TUNED!

Cooler Master HAF 932

Abbiamo già ampiamente analizzato il case approfittando della descrizione dei singoli scatti; cerchiamo quindi di fare un po' d'ordine per quanto riguarda i principali parametri tecnici riportandoli, di seguito, in una tabella.

Cooler Master HAF 932

Da notare i parametri tecnici di funzionamento delle ventole: quelle da 230 mm sono poco udibili e girano soltanto a 700 R.P.M.

Tra le altre feature tecniche da menzionare:

  • possibilità di installare radiatori per kit a liquido con 2 o 3 ventole;
  • è possibile collocare fino a 3 ventole da 120mm sulla sommità del case;
  • fori per predisposizione kit a liquido esterni;
  • 2 ventole opzionali collocabili in basso;
  • accesso diretto per refill del liquido dell'impianto di raffreddamento;
  • staffe PCI forellate e tool-free
  • Rack HDD removibili con pad antivibrazione.

Giungiamo alla conclusione di questo report sul Cooler Master HAF 932, uno chassis full tower dai molteplici punti di forza. Primo fra tutti è sicuramente l'eccellente ventilazione interna assicurata dalla presenza di tre poderose (ma silenziose) ventole da 230 mm collocate frontalmente, in basso e superiormente. Non meno importante appare l'elevata personalizzazione delle ventole (tipo e numero).

Molto apprezzato il cable management di ottimo livello, nonchè l'installazione tool-less di componenti e la presenza di un apposito foro che consente di accedere direttamente alla zona posteriore del socket della CPU senza dover smontare la scheda madre.

Lo spazio interno è davvero tanto; il case è molto robusto e la paratia laterale sinistra è di grande impatto, in quanto esprime la grinta dello chassis e il suo spirito "LanParty".

Tra gli aspetti meno positivi, segnalo il peso consistente, l'assenza di maniglie per sollevare lo chassis e i bordi del frontale squadrati e poco smussati, che probabilmente richiamano solo in parte l'eleganza che offre lo chassis osservandolo di lato e scorgendo, mediante la finestra in plexigas, i componenti interni del case animati da una calda luce rossa emanata dai LED delle ventole in bundle.

 

 

award
Commenti (7)add comment
171
monk: ...
ottima review, l'unica cosa potevi fare una foto con il tuo sistema montato dentro per far vedere le ottime possibilita' di cable management di questo case, cmq il case è molto bello, pero' la paratia laterale grigliata è antiesteticae ci potevano fare una finestra in plexiglass per tutta la paratia, tanto la fan sul lato non è cosi' utile, cmq ottimo pure il bundle con la prolunghina da 8pin che gia' di suo costa 4 euro dal drako, e le rotelle che hanno doppia funzione, oltre poter spostare in modo facile il case , lo rialza ancora di piu' da terra facilitando ancora di piu' il pescaggio dell'aria fresca da parte della psu, cmq coolermaster dovrebbe migliorare un po la qualita' costruttiva e rivedere alcune scelte di design
Monk
1

luglio 07, 2009
171
monk: ...
... tipo mettere meno plastica possibile dato che tutta la paratia anteriore e quell'affare che dovrebbe servire a riempire le vaschette per il liquido sono tutte di plasticaccia, stessa cosa per le schede pci, infatti l'haf 922 da sto punto di vista è migliore dato che ha le classiche viti a pomello, e poi evitare troppe bombature sul lato e mettere una paratia completa di plexi, e una bella colorazione nera non ci guasterebbe dato che ormai anche case di fascia bassa tipo il midgard di xigmatek hanno la colorazione nera interna... , infatti se n'è accorta anche coolermaster un po tardino, dato che tra un po uscira' il famoso cm 690 in versione "pure" cioè tutto nero all'interno

Monk
2

luglio 07, 2009
62
admin: ...
Ciao Monk,
come ho scritto nell'articolo, a breve sarà pubblicata una seconda recensione che vedrà l'HAF 932 al centro dell'attenzione. Seguiranno altre foto dettagliate sul case nonchè sul "resto" che sarà inserito nella prossima review smilies/wink.gif
In ogni caso già da adesso è facilmente intuibile la sistemazione dei cavi, non ci vuole certo un guru per ipotizzare le possibili soluzioni per il cable management smilies/smiley.gif
3

luglio 07, 2009
171
monk: ...
si sorry mi era sfuggito, si lol con tutti quei buchi anche un cieco dice : cazzo i cavi qui li nascondi alla grande smilies/grin.gif

Monk
4

luglio 07, 2009
171
monk: ...
cmq penso che il twelve hundred di antec sia leggermente superiore a questo coolermaster, si vede ad occhio che l'antec è un po piu' rifinito e ha le chicche di tutte le ventole controllabili e i filtri antipolvere, pero' forse è meno dotato in lunghezza dato che la 295 nell'haf ci balla alla grande , un po meno nel twelve o mi sbaglio?

Monk
5

luglio 07, 2009
62
admin: ...
Adesso non ho più il Twelve sotto mano, ma credo che schede come la GTX295 trovino un'accoglienza "migliore" nell'HAF per via della lunghezza interna maggiore.
6

luglio 07, 2009
0
since info: ...
Meglio se metto altri 20 euro e me compro questo case. Bella recensione!smilies/wink.gif
7

luglio 12, 2009

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

 
Copyright © 2009 InformaticaEasy. Tutti i diritti riservati.
E' vietata la riproduzione di qualunque contenuto del sito senza aver richiesto autorizzazione.
  Le recensioni e gli articoli sono scritti e di esclusiva proprietà di Paolo Vinella; se presenti su altri siti/forum, sono stati inseriti dallo stesso
 
Sito realizzato e gestito da Paolo Vinella.