Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Thermalright IFX-14 Inferno Fire eXtinguisher - 6) Heatsink upgrade
Valutazione attuale: / 20
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Lunedì 23 Giugno 2008 11:15
Indice
Thermalright IFX-14 Inferno Fire eXtinguisher
1) Introduzione
2) Ventole consigliate
3) Carrellata fotografica
4) Guida installazione
5) Temperature CPU
6) Heatsink upgrade
7) Lappatura base
8) Cambio case: nuove performance dissipative
9) La sfida: IFX-14 vs tutti
10) Detailed drawing
11) FAQ Thermalright
12) Motherboard compatibili
13) Links utili
Tutte le pagine

HEATSINK UPGRADE: terza Nanoxia e Arctic Silver 5

Non contento, ho sostituito la pasta stock con la Arctic Silver 5, approfittandone per installare una terza Nanoxia applicandola sulla torretta più interna dell'IFX, esternamente in maniera da cercare, per quanto possibile, di raffrescare anche le RAM. Così facendo, ho anche spostato la ventola centrale che ora è fissata alla torretta più esterna, sempre però tra le due torrette, in modo tale da equidistanziare quanto più possibile le tre fan e creare così un flusso d'aria ottimale.
Iniziamo con qualche foto relative alla sostituzione della pasta termica: questa è l'impronta della vecchia pasta:

23

Questa l'impronta sulla base del dissy:

24

La rimozione della pasta stock, sia dalla superficie del microprocessore che dalla base dell'heatsink, è risultata tutt'altro che laboriosa: un panno asciutto per rimuovere i residui dopodichè una sgrassata con dell'alcool.

E ora l'argomento più cocente: sarà anche il mio IFX-14 affetto da base non planare (convessa)? SI, pur se lievemente. Dalle foto si nota una certa sporgenza nella zona centrale del dissipatore:

25

26

Sono quindi passato ad applicare l'Arctic Silver 5, e in merito mi permetterete di aprire una breve parentesi relativa alle mie impressioni su questa thermal grease:
- dosatore ben calibrato;
- il filo iniziale di pasta termica, che fuoriesce dalla siringa, credevo fosse più "incrostato" dato che all'estremità quindi vicino all'apertura, invece la pasta ha una consistenza omogenea e non presenta solidificazioni di sorta;
- la sezione del "buchino" da cui fuoriesce la pasta termica è adeguata in quanto permette una rapida gestione del quantitativo effettivamente necessario all'impiego specifico;
- ho sentito molte voci in merito alla densità piuttosto elevata della Artic; a me non è sembrata affatto molto densa, anzi, la reputo più liquida di quella stock Thermalright;
- con l'ausilio di carta trasparente da cucina, avvolta sul polpastrello, ho iniziato a stendere la pasta sul processore e mi sono accorto che la pasta è densa al punto giusto in modo che, mentre la si spalma, si viene a creare uno spessore uniforme e dello spessore giusto (nè poca nè troppa);
Tornando al dissipatore, ecco qualche foto dopo aver installato la terza Nanoxia:

27

28

29

30

30

31

Le foto sono molto simili e, non sapendo scegliere tra quelle migliori, le ho inserite tutte.

E qui potete invece osservare coma appare, nel complesso, l'interno del mio case:

32

E le temperature? Per ora ho recuperato non più di un grado in idle e 2/3/4 in full load.... tuttavia questa pasta termica ha bisogno di addirittura 200 ore (!!) per "assestarsi", trascorse le quali le temperature di esercizio del processore saranno effettivamente quelle reali.
Passate le canoniche 200 ore, ecco i risultati, in idle e full, @ 3,4 GHz e voltaggio 1.34V:

E6700 @ 3,4 GHz idle; 40 e 41 gradi sui due core della CPU:

34

E6700 @ 3,4 GHz full load con Orthos priorità 10; 54 gradi su entrambi i core della CPU:

35

Da notare che le temperature sono identiche a quelle, rispettivamente in idle e full load, dello stesso procio tenuto però a default (2,66 GHz) con vecchia pasta termica e configurazione biventola!!!! Praticamente un aumento di 800 MHz in overclock non mette assolutamente in crisi il dissipatore, che continua a svolgere egregiamente il suo lavoro.
Tuttavia chiudendo il case ermeticamente, le temperature salgono in maniera non indifferente, annullando addirittura i lievi vantaggi apportati dalla lappatura.




Articoli più recenti:

 
Copyright © 2009 InformaticaEasy. Tutti i diritti riservati.
E' vietata la riproduzione di qualunque contenuto del sito senza aver richiesto autorizzazione.
  Le recensioni e gli articoli sono scritti e di esclusiva proprietà di Paolo Vinella; se presenti su altri siti/forum, sono stati inseriti dallo stesso
 
Sito realizzato e gestito da Paolo Vinella.