chiudi

Non sei ancora registrato? Cosa aspetti, corri a farlo QUI !!

LOGIN / JOIN !
REVIEW
Registrati
Reviews
Forum

Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Google Android 5.0: tra pochi mesi e in dual boot con Windows 8!

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Android_5.0_Jelly_Bean

Il futuro dei sistemi operativi può essere delineato non sempre con una netta evoluzione delle loro funzionalità intrinseche. A volte, attraverso l'estensione della compatibilità / ampliamento supporto multipiattaforma. Dopo Apple e Microsoft, lo fa anche Google ma in modo diverso.

Ci sono momenti, nell'evoluzione del ciclo di vita del software, in cui una temporanea ristagnazione delle novità hardware e di mancata evoluzione delle funzionalità sviluppate in precedenza richiede l'azione su altri fronti per garantire supporto costante alla sua crescita che non può permettersi di arrestarsi. E' una mia personale considerazione, ma credo sia qualcosa che Aziende come Google, Apple e Microsoft stanno perseguento. Adesso come non mai.

Parliamoci chiaro: ormai i tablet e gli smartphone hanno aggiunto supporto a CPU multicore (fino a quattro nuclei elaborativi), 2GB di RAM, fotovideocamere da svariati megapixel, sviluppo di un hardware grafico da vero primato - cosa aspettarsi di qui a breve in termini di novità che continuino a trainare le vendite? Nulla. Perlomeno su questo fronte.

E' in questo contesto che lo sviluppo su un altro fronte, il software, va e deve essere accelerato. Non soltanto sulla fruizione all'end user di nuove e più entusiasmanti funzionalità: spesso è necessario agire anche su altri fronti quando si è a corto di questa tipologia di idee. Si passa a lavorare sul fronte della compatibilità su più piattaforme hardware esistenti, facendo leva sul fatto che un buon prodotto, sottoposto ad un buon "cross porting", può espandersi e diffondersi maggiormente se impiantato su diverse microarchitetture.

Prima a dare un esempio in tal senso è stata Microsoft, che ha deciso, con il suo Windows 8 di prossima introduzione sul mercato, di portare la classica esperienza Windows su tablet e smartphone high-end, senza rinunciare praticamente a nulla delle funzionalità a cui i windows users sono abituati. Anzi, ritoccando l'esperienza di interazione con il software lavorando su nuovi aspetti: il touchscreen come nuovo e futuro principale candidato a ricevere gli input dell'utente.

Pochi giorni fa è stato il turno di Apple: grazie ad OS X Mountain Lion, di cui abbiamo già parlato approfonditamente a QUESTO link, anche da Cupertino si inizia a pensare ad un merge tra iOS ed OS X. Per trasportare funzionalità assicurate dal primo nel secondo. E viceversa. Superando, appunto, i vincoli e i confini che normalmente delineano la differenza tra tablet/netbook/ultrabook e computer meno compatti e più prestanti.

Android_5.0_Jelly_Bean_Windows_8_dual_boot

Non c'è due senza tre - finalmente arriva la mossa di Google. Un annuncio importante, al momento non ufficiale ma trapelato attraverso fonti comunque definibili come tali. L'idea è duplice: adottare la stessa strategia della concorrenza, associandola però ad un annuncio parallelo che riguarda una nuova versione del Google OS, Android 5.0, che si insidierà non su altre categorie e tipologie di dispositivi ma continuerà a tessere la tela sul segmento tablet/smartphone provando ad espandersi oltremodo. Come? Conquistando gli utilizzatori di Windows 8.

L'adozione di Android 4.0 sui tablet si è rivelato un fenomeno al di sotto delle aspettative iniziali. Microsoft lancerà ufficialmente sul mercato Windows 8 nel terzo quadrimestre del 2012. Due potenziali problemi che gli strategist di Mountain View hanno trasformato in assi nella manica su cui ricostruire un mercato tablet che necessita di essere riconquistato dalla concorrenza.

La soluzione è dunque Android 5.0, nome in codice Jelly Bean, che verrà annunciato nel secondo quadrimestre di quest'anno. E, come annunciato al Digitimes da fonti industriali provenienti da Taiwan, tale sistema operativo verrà integrato insieme a Windows 8 nel medesimo tablet PC.

Android 5.0 verrà ulteriormente ottimizzato per tali dispositivi; Google integrerà altresì le funzioni del suo sistema Chrome per avviare il supporto a sistemi dual-boot. I produttori di tablet potranno decidere se adottare solamente Android 5.0 in accoppiata al loro dispositivo che offrono sul percato, oppure optare per l'aggiunta di Android 5.0 su dispositivi integranti e progettati per Windows 8. E, novità tra le novità, con la possibilità di switchare tra i due sistemi operativi senza la necessità di spegnere il dispositivo.

Attraverso il nuovo Android 5.0, Google spera di guadagnare un'altra chance per entrare, stavolta con forza bruta, nei mercati netbook e notebook. Ma gli analisti sembrano scettici su un'evoluzione di un qualcosa che finora ha destato un interesse tutt'altro che clamoroso: Android 4.0.

Android_5.0_Jelly_Bean_OS

Commenti (0)add comment

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: