Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Nei programmi di Microsoft una versione di Seven notebook - friendly
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Mercoledì 05 Novembre 2008 16:30

seven su netbook

Nello sviluppo di Windows Seven, Microsoft sta tenendo seriamente in considerazione i notebook: molto probabilmente, infatti, sarà rilasciata una versione del futuro sistema operativo denominata "Netbook Edition", in modo che anche i notebook meno performanti possano godere di Seven.

Parlare al contempo di Windows Vista e di Asue EEE Pc è davvero improponibile: l'attuale sistema operativo del colosso di Redmond è infatti parecchio esoso di risorse, e ciò implica l'utlizzo di hardware abbastanza potente in grado di soddisfare le (spesso esose) richieste del SO.

Ma con Seven Microsoft ha deciso di affrontare di petto anche questo aspetto: il futuro sistema operativo che ha già visto la luce in fase di beta sarà ottimizzato nativamente anche per i notebook. E c'è di più: è in programma anche un'edizione apposita per laptop, ottimizzata per funzionare in maniera ottimale su tale categoria di PC.
 
Ciò è stato possibile essenzialmente lavorando sul fronte dei requisiti minimi richiesti: Seven è più facilmente digeribile rispetto a Vista anche dai notebook dotati di bassa potenza elaborativa e capacità di storage limitata.
 
Il rappresentante di Windows Steven Sinofsky ha dimostrato tutto ciò con i fatti alla conferenza PDC tenuta a Los Angeles, mostrando il funzionamento di Windows 7 su un netbook Lenovo IdeaPad S10, che utilizza componenti "poco potenti", tra cui CPU Intel Atom N270 e 1GB di RAM (in realtà aumentata a 1,5GB). Sinofsky ha sottolineato come il netbook disponeva di circa la metà della sua memoria RAM subito dopo l'avvio di Windows 7: non è certo un cattivo risultato per una versione pre-beta di un sistema operativo, per giunta derivato da Vista. Sinofsky ha inoltre evidenziato come Microsoft stia prendendo seriamente in considerazione il mondo dei laptop "low-performance" nello sviluppo di Seven.
 
sinofsky e seven

La giornalista Joanna Stern, della rivista Laptop, ha realizzato un test che conferma le affermazioni di Sinofsky: ha infatti installato la stessa built pre-beta di Windows 7 su un Asus Eee PC 1000H, equipaggiato con CPU Intel Atom da 1,6GHz e dotato di 1GB di RAM. Secondo i test effettuati, Windows 7 richiede solamente 485MB di RAM, ed inoltre effettua il boot in meno tempo rispetto a Windows XP sullo stesso PC.

Ma Sinofsky non crede che sia Vista la ragione per cui XP continua attualmente a dominare sul mercato netbook, preferendo incolpare i venditori di netbook, i quali avrebbero dotato i loro prodotti di un quantitativo limitato di memoria di massa (nel caso di SSD). Tuttavia, in realtà anche i netbook equipaggiati con hard disk tradizionali continuano, nella stragrande maggioranza dei casi, a far uso di XP!

Mission impossible (o possible?) di Windows Seven sarà quindi quella di riconquistare le fetta di mercato dei netbook, che attualmente si appoggia quasi esclusivamente al buon vecchio XP. Ad oggi, le uniche speranze di avere un Vista "leggero" su notebook poco prestanti sono rappresentate dall'impiego di particolari software in grado di ripulire il sistema operativo dal superfluo; si cita, a tal proposito, il famoso vLite.

FONTE

Commenti (0)add comment

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

 
Copyright © 2009 InformaticaEasy. Tutti i diritti riservati.
E' vietata la riproduzione di qualunque contenuto del sito senza aver richiesto autorizzazione.
  Le recensioni e gli articoli sono scritti e di esclusiva proprietà di Paolo Vinella; se presenti su altri siti/forum, sono stati inseriti dallo stesso
 
Sito realizzato e gestito da Paolo Vinella.