Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Windows Seven: test approfondito della build 6956
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Martedì 23 Dicembre 2008 13:54

Windows Seven

InformaticaEasy vi propone un'analisi ravvicinata del prossimo sistema operativo di casa Microsoft: Windows Seven. Dopo aver costantemente riportato novità, rumor e indiscrezioni, tale articolo vuol essere non solo una raccolta di screenshot, ma anche di prime impressioni nell'utilizzo di Seven.

Fino a qualche mese fa Seven sembrava un concetto futuristico e di realizzazione tutt'altro che imminente. Ma da poco tempo la situazione si è ribaltata: Seven è di cocente attualità, mentre Vista sembra già avviarsi sulla via della preistoria. Testimonianza di come un'architettura software, se non ben riuscita al 101%, può andare incontro ad un collasso precoce. 

Ma Microsoft non si affligge, continua a credere in Vista e soprattutto in Seven, riponendo in quest'ultimo sistema operativo moltissime speranze e aspettative, oltre a feedback positivi da parte degli utenti. E così, ecco popolarsi i forum di informatica di discussioni in cui moltissimi utenti postano già le prime impressioni su Seven, avendo potuto provare in anteprima l'ultima beta. 

Proprio così: Seven è divenuto finalmente realtà e diverse beta sono già state rilasciate. Nella sezione Sistemi Operativi (raggiungibile sulla sinistra) troverete molteplici articoli su Seven. Ma stavolta, InformaticaEasy è scesa più nei dettagli, proponendovi una panoramica a 360 gradi di ciò che rappresenta il futuro prossimo di Microsoft.

La Build analizzata è la 6956. In particolare, è stata testata la versione Ultimate. Anche Seven, come Vista, verrà offerto in differenti versioni (presumibilmente le stesse del suo predecessore).

Windows Seven

Microsoft non può assolutamente permettersi di deludere i suoi utenti: deve, inoltre, convincerli ad abbandonare una volta per tutte XP, che rappresenta ad oggi l'ombra su Vista. Ma cosa nasconde Seven? Cosa è in grado di offrirci? Molte sorprese, decisamente moltissime. E tutte assolutamente positive.

A partire dall'installazione: sebbene la procedura è praticamente identica a quella di Vista (molto semplice) dura davvero pochissimo: solamente 10 minuti per trasferire su hard disk i 2,19GB di immagine ISO (chiaramente notevolmente decompressi, arrivando ad occupare sino a 8 GB circa).

Windows Seven

L'avvio di Seven è davvero rapido; analizzeremo a breve e in termini quantitativi un raffronto con Vista in tal senso. Al primo avvio, una bellissima sorpresa: Seven attiva Aero senza neppure necessitare dei driver della scheda video; anche la risoluzione è quella nativa offerta dal monitor. 

L'installazione dei driver ATI Catalyst è molto celere e avviene senza problemi di compatibilità. Il concetto di hot fix non riguarda solamente le patch di sistema, ma anche i driver: Seven non ha infatti richiesto il riavvio del PC: il Catalyst Control Center si è avviato immediatamente al termine dell'installazione.

Windows Seven

Seven riprende il (valido) concetto di Aero avviato con Vista migliorandolo notevolmente. Le animazioni sono aumentate e rese più gradevoli. Ad esempio, se si posiziona il mouse in basso a destra su un piccolo rettangolino (presente a destra dell'orologio della taskbar) possiamo usufruire di una rinnovata funzionalità del Mostra Desktop: grazie agli effetti Aero, tutte le finstre scompaiono ma restano inalterati i loro bordi. Ciò ci permette di tenere sotto controllo ciò che sta avvenendo sul desktop in maniera alquanto elegante. 

Windows Seven

Windows Seven mantieniene l'accattivante funzionalità Flip 3D, che consente di switchare rapidamente tra le varie finestre del desktop aperte, visualizzandole in modalità tridimensionale:

Windows Seven

Onnipresente l'anteprima delle finestre anche alla pressione Win+Tab, metodo alternativo e meno elegante al Flip 3D per portare in primo piano un'altra finestra.

Windows Seven

La taskbar di Seven è decisamente diversa rispetto a quella presente sin dai primi sistemi operativi Microsoft (e fino a Vista). Sulla sinistra, oltre al pulsante Start, sono presenti delle icone di avvio rapido affiancate non più dalle classiche icone delle finestre ridotte a icona. Queste ultime icone, infatti, sono davvero simili a quelle dell'avvio rapido e non recano più il nome della finestra ridotta a icona cui si riferiscono. Al passaggio del mouse su tali icone, appare una gradevole anteprima: è simile a quella offerta da Vista, ma decisamente migliorata a livello di grafica. Se ad esempio si sposta il mouse da un'icona (corrispondente ad una finestra) su di un'altra (corrispondente a due finestre) una gradevole slide ingrandirà lo screen di preview mostrando le due finestre (rimpicciolite) cui l'icona si riferisce. Finestre di una stessa tipologia (ad esempio Esplora Risorse) vengono raggruppate e gestite da uno stesso pulsante. 

Windows Seven
 
Windows Seven

Se sull'icona di un programma viene effettuato il click col tasto destro, all'anteprima si sostituisce una serie di opzioni su quel particolare programma aperto. Tali opzioni offerte differiscono a seconda del programma cui l'icona fa riferimento e consentono, in ogni modo, un agevole accesso alle principali funzionalità del programma (è il caso, ad esempio, di Windows Media Player).

Windows Seven

A seconda di come viene posso il mouse su un'icona della system tray, lo sfondo circostante assume la colorazione del colore che il mouse sta puntando. Si tratta di un'animazione molto gradevole, un effetto dinamico non invasivo ma di grande impatto visivo:

Windows Seven

Appena installato, Seven occupa circa 8GB. Se sul PC è presente, in un'altra partizione, Vista, tale partizione non viene rilevata da Seven (viene visualizzata solamentenell'utility di Deframmentazione). "Computer" ha un aspetto decisamente simile a quello di Vista: probabilmente, sulla sinistra ora ci sono molte meno icone, che rendono il tutto meno confusionario e permettono un rapido accesso alle cartelle principali e/o maggiormente utilizzate.

Windows Seven

Un altro pregio di Seven è il riconoscimento nativo dei file ISO: al click su tale tipo di file compare automaticamente una finestra che permette di raffinare le opzioni di masterizzazione dell'immagine ISO. Ad esempio, è possibile scegliere l'unità tramite cui effettuare la masterizzazione ed eventualmente scegliere di avviare un controllo dell'integrità dei dati al termine della masterizzazione.

Windows Seven

La nuova interfaccia grafica di Paint è ispirata alla struttura ribbon che caratterizza la suite Office 2007. Grazie a questa nuova strutturazione dei menù, più visuale e più facilmente accessibile, è possibile sfruttare ancora meglio le potenzialità offerte dal software.

Windows Seven

Il menu Start non differisce moltissimo da quello offerto da Vista. Fortunatamente, quelle piccole differenze sono a tutto vantaggio di una migliore usabilità. Ad esempio, è stato ripristinato il pulsante di spegnimento (prima rimpiazzato, in Vista, con il pulsante per la sospensione).

Windows Seven

Molti dei programmi presenti sulla sinistra recano una freccia: posizionando il puntatore su di essi è possibile accedere a delle sottofunzionalità offerte. Ad esempio, il Getting Started permette di accedere direttamente alle sue opzioni che altrimenti comparirebbero aprendo la finestra vera e propria.

Windows Seven

Alcune voci di corridoio affermavano che con la Service Pack 1 il punteggio sulle performance calcolato da Vista sarebbe stato aumentato, come tetto massimo, da 5.9 a 7.9. In realtà tale modifica non è avvenuta ma è presente in Seven. Il sistema, benchè molto più reattivo a parità di hardware rispetto a Vista, è decisamente più severo nel calcolo del punteggio. Alcune considerazioni in merito:

  • una CPU dual core si vede attribuire come punteggio massimo 6.5; Seven sa bene che un Quad Core aumenta la reattività del sistema (miglior ripartizione dei task tra i core), quindi riserva solo a queste CPU il punteggio massimo;
  • la memoria RAM, se DDR2, non riuscirà ad ottenere il punteggio massimo tranne, probabilmente, se non è overcloccata in maniera esagerata. Ad esempio, un kit DDR2 da 2GB e 800MHz di frequenza con timing piuttosto spinti (4-4-4-12) ottiene come punteggio 5,5. Probabilmente, l'impiego di DDR3 e/o di un maggior quantitativo di memoria influenza positivamente il punteggio;
  • La scheda video ottiene, per quanto riguarda la GPU, il punteggio massimo. Ciò se si tratta di una GPU tutto sommato piuttosto recente. Ad esempio, una X1950Pro riesce ad ottenere il massimo punteggio per quanto riguarda le performance di Aero. Nei videogame, invece, il punteggio di tale videocard scende a 6.0. Quasi certamente il quantitativo di VRAM pari a 256MB ha influenzato non di poco il punteggio relativo;
  • Nel sistema in prova, il punteggio più basso, come si evince dallo screen seguente, è determinato dall'hard disk. Benchè si tratti di un RAID0 Seven attribuisce un misero 3 alla sezione hard disk. Sintomo evidente del fatto che il sistema è ottimizzato per gli SSD, o meglio preferisce i drive a stato solido in grado di offrire, effettivamente, performance nettamente superiori. Ciò è prova del fatto che Microsoft si adegua alle nuove tecnologie adattando di conseguenza anche il software.
Windows Seven

Seven include nativamente 4 temi in totale. A differenza di quanto accade su Vista e XP, il passaggio tra un tema e l'altro è istantaneo ed avviene mediante una gradevole dissolvenza di colore. Il tema include e raggruppa diversi effetti grafici, tra cui ad esempio il colore predefinito delle finestre (bordo semitrasparente) e l'immagine di sfondo del desktop.

Windows Seven

Il Pannello di Controllo è praticamente identico a quello di Vista; sempre disponibile la visualizzazione classica. L'unico cambiamento evidente, d'altro canto visibile in tutte le finestre di sistema, riguarda la colorazione di sfondo della parte sinistra che ospita i comandi principali: dal verde di Vista si è passati, con Seven, ad una predominanza blu-azzurrina, gradevolmente sfumata.

Windows Seven

Nelle beta di Seven, immediatamente a sinistra dei pulsanti Chiudi, Ingrandisci e Riduci a Icona, in ogni finestra è presente un piccolo link "Invia FeedBack", che consente di inviare agevolmente un proprio parere su quella determinata finestra (e relativa funzionalità) direttamente a Microsoft. Nell'invio della propria opinione, è possibile scegliere tra diverse risposte corrispondenti a vari livelli di gradimento. E' inoltre possibile specificare un commento personalizzato.

Windows Seven

Più che di cartella Documenti, in Seven è preferibile parlare di Librerie, che contiene a sua volta i documenti, i file musicali, le immagini e i video. Grossomodo la strutturazione è simile a quella di Vista, ma decisamente più user-friendly.

Windows Seven

L'interfaccia del Media Center è stata leggermente rivoluzionata rispetto a quella di Vista. Gradeovoli effetti grafici di transizione completano un'ambiente colorato e molto gradevole, oltre che di facile utilizzo.

Windows Seven

Con Seven scompare il concetto di SideBar. Tutti i gadget possono essere collocati in qualunque zona del desktop e, se trascinati in corrispondenza degli angoli o dei bordi, un gradevole effetto calamita (purtroppo "a scatto" e non fluido) si preoccuperà di ancorare i gadget ai bordi. Per accedere alla finestra Gadget e aggiungerne di nuovi è sufficiente cliccare col tasto destro del mouse in una zona qualsiasi del desktop, quindi scegliere "Gadget" (penultima opzione).

Windows Seven

Nessuna modifica sostanziale al visualizzatore immagini. A tal proposito, parecchie sono le immagini presenti di default in Seven, e tutte molto gradevoli.

Windows Seven

Seven è meno invasivo anche per quanto riguarda la protezione User Account Control, che compare molte meno volte. Anche gli Alert relativi a problemi di sicurezza non sono affatto invasivi: ad esempio, Seven ci segnala l'assenza di un software antivirus con una flag sulla sistem tray; al passaggio del mouse su di essa possiamo leggere il contenuto dell'avviso di sicurezza. L'Action Center permette di agire operando la scelta più opportuna.

Windows Seven

Rispetto a Vista, Seven offre molti più giochi di default. Il punteggio relativo alle performance di sistema è onnipresente nella finestra Games, a sottolineare come quel determinato punteggio può garantire determinate aspettative nella fluidità di gioco.

Windows Seven

La Guida In Linea è stata notevolmente migliorata; consente inoltre, così come in Vista, di cercare soluzioni ai problemi anche online.

Windows Seven

Windows Seven include di default Internet Explorer 8. Al primo avvio, una rapida configurazione guidata ci consente di settare le principali opzioni del browser:

Windows Seven

Sebbene Seven non abbia potuto installare il driver per la scheda wireless (nel caso specifico, si trattava di una soluzione decisamente embedded della scheda madre, difficilmente utilizzabile mediante driver standard - tra l'altro il driver specifico ha rifiutato di installarsi sul sistema), Internet Explorer 8 ha intelligentemente rilevato il problema di connessione, capendo che si tratta della mancanza del driver della scheda wireless, suggerendo quindi di installare il rispettivo driver.

Windows Seven

Pochi ma significativi cambiamenti alla calcolatrice: non solo a livello grafico, ma anche a livello di funzioni offerte. I programmatori troveranno decisamente comoda l'opzione di gestione dei numeri in formato binario ed esadecimale.

Windows Seven

Decisamente migliorata l'Utilità di Deframmentazione. E' ora possibile analizzare ogni singolo drive; al termine dell'analisi (che dura pochissimi istanti), Seven mostra una percentuale relativa allo stato di frammentazione del disco. Appena dopo l'installazione del sistema e dei driver video, lo stato di frammentazione della partizione su cui risiede Seven è risultato pari al 2%.

Windows Seven

Diverse le opzioni che consentono di realizzare i backup. Oltre alla classica funzionalità di Ripristino Configurazione di Sistema, è ad esempio possibile scegliere backup più mirati riguardanti i propri file personali. Così come con Vista, una funzionalità simile al Windows PC Complete Backup consente di creare un'immagine di sistema da utilizzare quanto il PC è "ridotto alle pezze". E' infine possibile creare un CD/DVD autoavviante per ripristinare il sistema quando non riesce ad avviarsi correttamente. 

Windows Seven

Windows Seven contiene, di default, moltissimi servizi di sistema avviati, probabilmente parecchi in più rispetto Vista. Nonostante ciò, Seven occupa meno memoria di sistema e si avvia/spegne molto più rapidamente. Ciò significa che, ottimizzando il software, è possibile da un lato aggiungere nuove funzionalità e dall'altro renderlo non solo più flessibile, ma anche più leggero.

Windows Seven

Il Task Manager è praticamente identico a quello implementato Vista:

Windows Seven

All'avvio, Seven occupa solamente il 21% dei 2GB di RAM. Quasi la metà rispetto a Vista (38%).

Windows Seven

Davvero impressionante il nuovo Windows Firewall: è a due vie (come in Vista) però permette di settare molte più opzioni, dando l'idea di un software ancora più potente ed efficace.

Windows Seven

Avviando la Pulitura Disco, a meno che non eseguiamo l'applicativo con i privilegi amministrativi, comparirà solo la prima scheda che consente di ripulire file temporanei, cestino, file internet, anteprime,... Per avere accesso alle opzioni aggiuntive (disinstallazione di software superflui, rimozione dei punti di ripristino) è necessario godere dei privilegi amministrativi. La Pulitura Disco di Vista consente già all'avvio del software di decidere se avviarlo con i privilegi amministrativi. Su Seven, invece, avviando normalmente il software non viene mostrata tale scelta e, nel caso in cui volessimo ottenere l'accesso alle opzioni da amministratore, dovremo cliccare sull'apposito pulsante presente all'interno della finestra.

Windows Seven

Il nuovo Windows Media Player 12 gode di un'interfaccia ancora più accattivante, ed è organizzato in sezioni. Oltre alla Libreria e alla Musica in riproduzione, le sezioni "Masterizzazione" e "Sincronizzazione" consentono rispettivamente di scrivere file musicali su CD/DVD oppure di sincronizzare il nostro smartphone o lettore musicale portatile col software.

Windows Seven

La tabella seguente mette a confronto i tempi di avvio e spegnimento di Seven, raffrontati con quelli di Vista. Benchè Seven sia ancora in fase di beta (è sempre bene ricordarlo), consente avvi e arresti in tempi di gran lunga inferiori rispetto a quelli di Vista:

[sec.]StartUp
ShutDown
Vista
6510
 Seven254

Microsoft ha svolto davvero un buon lavoro con Seven. Le build successive e la versione finale RTM possono solamente migliorare un prodotto che, già allo stato attuale, si presenta privo di bug, veloce e scattante.

Questa espressione di Bill Gates rappresenta appieno la consapevolezza, da parte di Microsoft, di aver raggiunto gli obiettivi che tutti gli utenti speravano fossero stati raggiunti già da Vista. XP è l'anti-Vista, Seven rappresenterà invece il valido successore dei due sistemi operativi precedenti.

bill gates soddisfatto

Cari utenti, cosa ne pensate di Seven? Noto con piacere che vi siete resi partecipi dei precedenti articoli sul futuro sistema operativo Microsoft. Spero dunque che, a maggior ragione, esprimiate la vostra opinione ora che Seven è stato analizzato ancor più nel dettaglio.

Commenti (2)add comment
137
pindol: ...
Finalmente qualcosa di decente da microsoft!!!
1

dicembre 23, 2008
0
Samuele: ...
aspetta a dirlo...
2

gennaio 05, 2009

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

 
Copyright © 2009 InformaticaEasy. Tutti i diritti riservati.
E' vietata la riproduzione di qualunque contenuto del sito senza aver richiesto autorizzazione.
  Le recensioni e gli articoli sono scritti e di esclusiva proprietà di Paolo Vinella; se presenti su altri siti/forum, sono stati inseriti dallo stesso
 
Sito realizzato e gestito da Paolo Vinella.