Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Windows 7: quanto mi costi?! Prezzi e Ballot Screen per scegliere il browser
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Mercoledì 05 Agosto 2009 08:20

windows 7 costo

A quanto pare Windows 7 costerà, in euro, ben più del previsto. Fonti ufficiali, stavolta: parlano i blogger di Microsoft Italia. Di seguito, dettagli sui prezzi di Seven nonchè le ultime vicende sulla vicenda della integrazione del browser IE8 in Seven e relativo Ballot Screen.

Il costo di Windows 7 in €uro

Eravamo tutti ottimisti sul prezzo d'acquisto di Windows 7: finalmente Microsoft sembrava aver compreso che era necessario assimilare da Apple anche il concetto del sistema operativo full-optional ma accessibile.

Gioia e tripudio per coloro i quali erano seriamente intenzionati all'acquisto di Seven. Il colosso di Redmond sembrava avesse deciso di rivedere la politica dei prezzi su Windows 7 apportando sensibili tagli, che lo avrebbero reso meno "caro" di Vista. Trovate maggiori informazioni a riguardo, nonchè una tabella comparativa dei prezzi, in QUESTO articolo pubblicato su InformaticaEasy soltanto alla fine dello scorso giugno.

E' proprio questo il bello dell'attesa: non si sa nulla di ufficiale e si dà ampio spazio alle voci di corridoio, spesso benefiche e consolatrici ma che, in realtà, rivelano tutt'altro.

Secondo quanto pubblicato su MClips.it, infatti, Windows 7 costerà, in €uro, molto più di quanto ci aspettassimo. Sappiamo bene che nel cambio dollaro→euro è necessario "ingrassare" la cifra con l'IVA, ma qui non si tratta semplicemente di politica dei prezzi Europea. E' più che altro una price policy di Microsoft.

La visione della seguente tabella, che riporta i prezzi per le versioni di Windows 7 nonchè le opzioni Upgrade, potrebbe rivelarsi poco piacevole:

windows 7 prezzi euro

Ciò che emerge, a patto che tali informazioni siano veritiere al 100% (ma certamente lo sono, dato che il Blog in questione è scritto da membri di Microsoft Italia), si tratta solamente di una riduzione dei prezzi tra le diverse versioni di Seven. Se di riduzione dei prezzi si vuol continuare a parlare. In realtà, i prezzi sono decisamente alti, più di quanto ci aspettavamo.

Windows 7 Professional costa decisamente troppo: si spera che tali prezzi siano relativi alle versioni Retail e che vi sia invece un abbattimento dei costi per le versioni OEM. Infine, chi valuta l'acquisto della versione Ultimate, valuti altresì la possibilità di invertire la medesima somma in un abbonamento TechNet/MSDN con conseguenti possibilità di scaricare (legalmente, ovvio!) ben più prodotti Microsoft e relativi codici Product Key.

Perchè questa nuova strategia di marketing da parte di Microsoft? Perchè andare contro le molteplici agevolazioni iniziali e i forti sconti pre-acquisto e di upgrade inizialmente decisi dall'Azienda stessa? Mistero.

Sempre a proposito dei prezzi, un rapido accenno sul Family Pack. Costerà 149,99$ ed includerà tre licenze per Windows 7 Home Premium. La promozione viene incontro alle famiglie che hanno più di un PC in casa e desiderano installare Windows 7 su ognuno di essi. La promozione Windows 7 Family Pack sarà disponibile a partire dal 22 Ottobre. Il prezzo appena menzionato è relativo unicamente agli USA e, in questo caso, si risparmiano 200$ per tre licenze.

Ballot Screen: l'AntiTrust è con Microsoft

Le continue (spesso eccessive) pressioni da parte della concorrenza hanno spinto Microsoft ad adottare drastiche decisioni per Windows 7. Più che di spinta, si è trattato di imposizione da parte dell'AntiTrust. L'ennesimo provvedimento, e stavolta non tanto una multa quanto un caldo invito ad adeguare Windows 7 in funzione delle richieste di alcuni browser producer.

E' proprio la presenza del browser nei sistemi operativi Windows il nocciolo della vicenda: alcuni produttori di browser concorrenti, tra cui Opera, hanno insistito affinchè Microsoft rimuovesse il suo browser da Seven, per limitare il suo monopolio. Presunto o vero che sia, dato che oramai i browser alternativi come FireFox stanno guadagnando consensi ben maggiori del povero IE.

Opera, che gode probabilmente (?) di una fetta di mercato più piccola, ha voluto mettere le mani sulla torta e sventolare il vessillo dell'anti-monopolizzazione.

E così', dopo le versioni "N" prive di Media Player, Microsoft è stata costretta a considerare anche versioni "E", prive di Internet Explorer 8.

Ma a Microsoft tutto ciò non è andato giù, ed ha cercato un modo per venire incontro ai suoi concorrenti, all'UE ed anche agli utenti europei che avrebbero acquistato un sistema operativo privo di browser che non forniva, dunque, l'immediatezza della navigazione e dell'accesso al web.

Nasce così una genialata: il Ballot Screen. Si tratta di una finestra che comparirà al termine dell'installazione di Windows e che consentirà all'utente di selezionare il browser preferito, tra diversi proposti (Chrome, Safari, FireFox, Opera e, ovviamente, IE8).

windows 7 ballot screen

Al produttore di Opera tale proposta è sembrata, ancora una volta, monopolizzante: a suo dire, infatti, il blu dell'icona di IE8 avrebbe indotto maggiormente l'utente ad associarlo al web e, di conseguenza, a preferire tale browser rispetto agli altri menzionati.

Fortunatamente l'AntiTrust non è stata d'accordo ed ha accettato a pieni voti la proposta di Microsoft, che è riuscita a districarsi ancora una volta dalla giungla della concorrenza...

Concludo dando appuntamento a domani, per i sottoscrittori di abbonamento ai canali TechNet ed MSDN, per eseguire il download ufficiale di Windows 7 RTM.

Commenti (1)add comment
0
Anonimo: ...
Non credo. Windows 7 costerà molto meno di quanto scritto!!! Almeno spero!!!!!!!!!!!!smilies/grin.gifsmilies/grin.gifsmilies/grin.gifsmilies/grin.gifsmilies/grin.gif
1

ottobre 20, 2009

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

 
Copyright © 2009 InformaticaEasy. Tutti i diritti riservati.
E' vietata la riproduzione di qualunque contenuto del sito senza aver richiesto autorizzazione.
  Le recensioni e gli articoli sono scritti e di esclusiva proprietà di Paolo Vinella; se presenti su altri siti/forum, sono stati inseriti dallo stesso
 
Sito realizzato e gestito da Paolo Vinella.