chiudi

Non sei ancora registrato? Cosa aspetti, corri a farlo QUI !!

LOGIN / JOIN !
REVIEW
Registrati
Reviews
Forum

Translate!

English Chinese (Simplified) French German Japanese

Newsletter: iscriviti!

Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter.
No account yet? Register

Statistiche

statistiche contatore

Siti Amici

Annunciato Google Drive con 5GB di spazio gratis di archiviazione Cloud

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Google_Drive_annuncio

Con una nota ufficiale sul suo blog, Google ufficializza finalmente Google Drive, l'attesissima soluzione di Cloud storage che si va aggiungere agli ormai dominanti servizi Dropbox, SkyDrive ed iCloud. Scopriamo insieme di cosa si tratta e cosa ha da offrire.

Ironizza, Google, nell'annunciare il suo primo servizio di Cloud computing mainstream: "Ne avrete sentiti di rumor su Google Drive, come quando ci si riferisce al mostro di Loch Ness. Si scopre che uno dei due esiste realmente".

Se il famigerato mostro continuerà a dormire sonni tranquilli tra fantasia e realtà, Google Drive è invece diventato da pochissimo un servizio tangibile a tutti gli effetti: Google lo descrive come "un posto in cui creare, condividere, collaborare e mantenere tutta la propria roba". Si può lavorare a distanza con un amico, unirsi ad un progetto di ricerca, pianificare un matrimonio o tener traccia del budget mensile con il proprio compagno di stanza: tutti esempi di scenari citati dal colosso di Mountain View e nei quali Google Drive "suits well".

Parlando in termini meno astratti, Google Drive è un servizio di cloud computing: permette di memorizzare su uno spazio web messo a disposizione dai datafarm di Google i propri file personali, inclusi video, foto, Google Docs, PDF ed altro ancora.

InformaticaEasy.net vi ha riportato, pochi giorni fa, le indiscrezioni più insistenti in merito - potete leggere l'articolo a QUESTO link.

Google Docs è costruito internamente a Google Drive, quindi è possibile lavorare con altre persone ma a distanza e in tempo reale sui medesimi documenti, fogli di lavoro o presentazioni. Quando si decide di condividere il contenuto con gli altri, è possibile aggiungere e rispondere a commenti su qualunque cosa (file PDF, immagini, video,...) e ricevere notifiche quando gli altri membri commentano (esprimento di fatto dei pareri) sugli elementi condivisi.

Google_Drive_annuncio

Il "disco rigido" di Google permette non solo di archiviare in maniera protetta i propri dati, ma di vederli in qualunque momento, anche e soprattutto quando si è in mobilità: è possibile accedervi tramite internet, da casa, in ufficio e in generale da qualunque dispositivo. Basta installare l'applicazione Drive su Mac, PC oppure sul proprio tablet/smartphone Android per avere a disposizione tutti gli strumenti per sfruttare appieno il servizio nella nuvola di Google. iOS non è tagliato fuori: al momento Google sta lavorando per il porting del suo software client su tale piattaforma, ma non sono stati annunciati elapsed time ufficiali in merito.

Il servizio di Google integra un potente motore di ricerca (in questo Google non poteva di certo peccare) per trovare keyword all'interno dei propri contenuti salvati in cloud; è possibile inoltre raffinare le ricerche potendo contare su svariati criteri (tra cui autore/creatore del file e molto altro). Il servizio Drive riconosce persino il testo nei documenti scannerizzati usando la tecnologia OCR. Ad esempio, eseguendo l'upload di un'immagine proveniente da una scansione di un articolo di giornale è possibile poi ricercare parole contenute in modo testuale nell'articolo. Il software di Optical Character Recognition lavora ovviamente da remoto e va a formare un mix con una seconda tecnologia, quella delle immagini, che permette di ricercare foto caricate a partire da parole chiave specifiche che le riguardano. In quest'ultimo caso Google userà anche un confronto con le tonnellate di immagini sparse per il web in modo da rilevare a priori potenziali match utili nella ricerca per keyword. Si tratta di una tecnologia sorprendente che, ribadisce Google: "è solo agli inizi, la miglioreremo costantemente nel tempo".

Si può iniziare da subito ad usare Google Drive, grazie ai 5GB di storage gratuiti, raggiungendo il sito web drive.google.com/start. Più che usare, al momento si tratta di registrarsi (gratuitamente) e attendere che il servizio venga effettivamente attivato sul nostro account Google e reso disponibile.

Previsti upgrade dello spazio disponibile con particolari piani tariffari:

  • 25GB per 2,49$ al mese;
  • 100GB per 4,99$ al mese;
  • 1TB per 49,99$ al mese.

Nota interessante: scegliendo uno tra questi piani il proprio spazio per l'account Gmail vedrà ampliarsi a 25GB.

Drive è stato pensato per lavorare in simbiosi con l'esperienza che Google da sempre ripone nelle sue soluzioni software, e vi è intercompatibilità completa: ad esempio, è possibile allegare foto presenti nel proprio Drive e postarle sul social network Google+, e presto sarà possibile allegare file come allegati di Gmail direttamente scegliendoli dal proprio spazio cloud - comodo, no?

Google Drive è inoltre una piattaforma aperta, dunque gli sviluppatori di terze parti sono i benvenuti per ampliare le funzionalità di questo progetto. Google inizia a lanciare alcune idee: fax, video editing e mockup di siti web. Il tutto direttamente tramite Google Drive. Applicazioni tutte rese disponibili sul Chrome Web Store.

Non è ancora finita: "Questo è solo l'inizio per Google Drive, c'è ancora molto per il futuro...".

Google_Drive_annuncio

Commenti (0)add comment

Scrivi commento
più piccolo | più grande

busy

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: